Il fichissimo Hulk #3 (Pak, Del Mundo, Asrar)

Il fichissimo Hulk #3 (Pak, Del Mundo, Asrar)
Nel terzo volume edito da Panini Comics, il fichissimo Hulk di Greg Pak non può solo spaccare, ma deve anche elaborare un lutto.

Dopo due archi narrativi con più ombre che luci, scrive Gli artigli della pantera, quattro capitoli nei quali Amadeus Cho, il fichissimo , deve elaborare un lutto e scontrarsi prima con Pantera Nera, poi con un temibile mostro. Se non è indispensabile conoscere il contenuto dei due volumi precedenti, è consigliabile leggere questo brossurato dopo Civil War II.
Pak continua a puntare soprattutto su azione e combattimenti, con l’inserimento di vari comprimari, ma approfitta saggiamente della collocazione cronologica per creare un’atmosfera drammatica. La caratterizzazione dell’eroe è semplice ma efficace: Cho è disorientato, cerca di proteggersi agendo e usando l’ironia come scudo emotivo. La sceneggiatura, improntata su una caccia all’uomo dal finale commovente, risulta troppo dilatata pur rimanendo estremamente scorrevole. La trama secondaria coinvolge Maddy Cho e sono il modo in cui quest’ultima si comporta e la presenza di T’Challa, inizialmente immotivata, a costituire le sbavature di una storia che riesce ad andare oltre il mero intrattenimento, caratterizzata da una velocità di sviluppo sorprendente.
Il primo capitolo è realizzato da Mike Del Mundo che disegna un Hulk incontenibile, senza sacrificare il realismo delle espressioni facciali, accentuato dai colori chiari di Marco D’alfonso. Successivamente la matita passa a Mahmud Asrar, dal tratto più classico e arrotondato, ravvivato dalle tinte accese di Nolan Woodard. Chiude l’albo Autostrada di smeraldo, storia breve di Fred Van Lente e Diedrich O’Clark dedicata a Scorpion.

Abbiamo parlato di:
Il fichissimo Hulk #3 – Gli artigli della pantera
Greg Pak, Mike Del Mundo, Mahmud Asrar, Fred Van Lente, Diedrich O’Clark
Traduzione di Giuseppe Guidi
, maggio 2017
96 pagine, brossurato, colori – 8,90 €
ISBN: 9788891227522

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su