Parliamo di:

Escamotage (AA.VV.)

Il nuovo antologico firmato Mammaiuto, realizzato utilizzando tutti i trucchi del mestiere consentiti (e qualcuno in più)

Escamotage (AA.VV.)Escamotage è il titolo della nuova antologia del collettivo Mammaiuto. Il titolo dichiara da subito l’essenza della raccolta, realizzata durante una due giorni in cui il gruppo si è riunito con l’imperativo di produrre tutto o gran parte del materiale: lecita, visti i tempi strettissimi, qualsiasi scappatoia o trucco.
Se il tema della precedente – riuscita – raccolta (Un ragazzo parte per un viaggio ferisce qualcuno non torna più a casa) era narrativo e consisteva in un incipit comune a tutti, stavolta il vincolo è più tecnico e forse per questo pare aver stimolato meno la creatività degli autori. Le storie confezionate sono di buona fattura e confermano l’alto livello delle produzioni Mammaiuto, ma scivolano velocemente dalla mente del lettore una volta conclusa la lettura.
La gamma di escamotage sfoggiati è variegata: si va dalla ripetizione di vignette o sequenze,  totale assenza di sfondi o addirittura alla frammentazione di un’unica illustrazione. La maggior parte delle volte queste soluzioni restano limitate al pur apprezzabile sfoggio di capacità tecniche, senza fiorire in intuizioni narrative capaci di catturare il lettore. Felici eccezioni, a giudizio di chi scrive, i lavori di e , che evitano l’ostacolo trasformando il limite in una risorsa.  Se da un lato la bravura degli autori coinvolti non si discute, troppo spesso il senso dei racconti pare stare tutto nel rispetto della clausola iniziale: il risultato sono esercizi di stile validi ma non emozionanti.

Abbiamo parlato di:
Escamotage
AA.VV.
Mamamiuto, settembre 2017
196 pagine, brossurato, colori – 20,00€

 

Escamotage (AA.VV.)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio