Dylan Dog Color Fest: Groucho Secondo (AA.VV.)

Dylan Dog Color Fest: Groucho Secondo (AA.VV.)
Nel Dylan Dog Color Fest #34, Groucho diventa protagonista di tre storie fuori dall'ordinario firmate dai fratelli Rincione, Giacomo Bevilacqua e Luca Enoch.

dylan-dog-color-fest-34-0Nel 34° Color Fest trovano spazio tre storie “fuori dal coro” già pubblicate negli albetti con protagonista Groucho, il celebre assistente dell’Indagatore dell’Incubo qui in una veste a tratti inedita.
Ne La fine di un giorno qualunque dei fratelli Marco e veniamo trasportati all’interno di un racconto cupo e profondo, capace di offrire vari spunti di riflessione, tra cui un focus riguardante tematiche esistenzialiste che ammantano lo stesso Groucho di un’aura malinconica e a tratti tragica. Funzionale anche l’intuizione di mettere il personaggio a confronto con Dylan, senza però snaturare il profondo legame d’amicizia che da sempre li contraddistingue.
La sindrome di Stencil, la storia firmata da , mostra il protagonista più solare rispetto al primo episodio, impegnato nel tentativo di uscire incolume da una situazione straniante che vede coinvolto ancora una volta Dylan, in un racconto pop e intriso di una vena comica soddisfacente.
Chiude l’albo la storia Groucho oltre lo specchio a opera di , dove vediamo il celebre personaggio in una versione alternativa letteralmente fuori di testa.
La narrazione, fortemente ancorata a una dimensione iconoclasta, risulta capace d’intrattenere anche per via di un ritmo indiavolato in cui azione e punte di splatter si amalgamano in maniera efficace.
Di grande impatto i disegni di tutte le storie, poiché racchiudono molto bene i punti di forza stilistici degli autori, passando dal tratto onirico ed etereo di Rincione a quelli ultra pop di Bevilacqua e di Enoch.

Abbiamo parlato di:
Color Fest #34 – Groucho Secondo
Marco e Giulio Rincione, Giacomo Bevilacqua, Luca Enoch, Sergio Algozzino
, 2020
96 pagine, brossurato, colore – 5,50 €
ISBN: 977197194704500034

DyDColor34

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su