Diventa Diabolik anche tu – Il filtro per indossare i panni del Re del Terrore

Diventa Diabolik anche tu – Il filtro per indossare i panni del Re del Terrore
Da oggi i fan del personaggio potranno diventare il Re del terrore, in vista dell'atteso film.
In occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche, il prossimo 16 dicembre, di , il nuovo film firmato 01 Distribution in collaborazione con e Ribelli Digitali lanciano il filtro Instagram per indossare i panni dell’inarrestabile Re del Terrore. 
 
Cliccando su questo LINK o visitando l’account ufficiale del film https://www.instagram.com/diabolikfilm/ si potrà scattare un selfie con la maschera di da condividere attraverso una storia di Instagram. Inoltre, tappando sullo schermo, sarà possibile muoversi tra le diverse ambientazioni del film. 
Adattamento cinematografico delle avventure del personaggio creato da Angela e Luciana Giussani, DIABOLIK è diretto dai , scritto da Michelangelo La Neve e Manetti bros., che hanno firmato anche il soggetto insieme a .
 
A dare il volto al Re del Terrore Luca Marinelli, nei panni dell’affascinante Eva Kant  e  in quelli dell’ispettore Ginko.
Nel cast anche Alessandro RoiaRoberto Citran, Luca Di GiovanniAntonino IuorioVanessa Scalera, Daniela PipernoPier Giorgio Bellocchio con la partecipazione straordinaria di Claudia Gerini.

DIABOLIK è una produzione Mompracem con Rai Cinema, prodotto da Carlo Macchitella e Manetti bros., in associazione con  e con Luigi de Vecchi, con il sostegno di Emilia – Romagna Film CommissionFriuli Venezia Giulia Film CommissionFilm Commission Vallee D’Aoste. 
 
Al cinema dal 16 dicembre distribuito da 01 Distribution.
 
La colonna sonora originale del film è composta da Pivio & Aldo De Scalzi mentre Manuel Agnelli è autore e interprete di due brani inediti.  
 
Sinossi breve
La storia oscura e romantica dell’incontro tra Diabolik ed Eva Kant, ambientata nello stato di Clerville alla fine degli anni ‘60.
A dargli la caccia, e a cercare di fermare i loro diabolici piani, l’ispettore Ginko.
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su