Parliamo di:

Deadpool: incidente sul set del sequel poteva essere evitato

Nuove indiscrezioni sul tragico incidente costato la vita a una stunt indicano una responsabilità dei produttori della pellicola.

Nuovi elementi, riportati da The Hollywood Reporter, indicano che il tragico incidente costato la vita, nei giorni scorsi, alla stunt S.J. Harris sul set di , poteva essere evitato se i produttori avessero ascoltato alcuni avvertimenti ricevuti dalla troupe della pellicola con protagonista .

Il sito di spettacolo indica che i produttori del sequel avevano esercitato forti pressioni per avere la 40enne Harris, dotata di una forte esperienza come motociclista ma che non aveva mai lavorato a un film, e che numerosi membri della troupe avevano riferito non fosse ancora pronta ad effettuare sequenze d’azione.

“Stava migliorando, ma osservandola ho pensato che fosse solo questione di tempo prima che si schiantasse su un muro o qualcos’altro” – ha riferito uno stunt  citato dal sito che aveva addestrato la donna il giorno prima dell’incidente. Una preoccupazione questa che sarebbe stata ignorata dai produttori.

La sequenza che ha portato alla morte della donna era relativamente semplice, e prevedeva che una persona in sella a una Ducati 939 Hyperstrada uscisse da un edificio, scendesse una piccola rampa di scale e atterrasse poco vicino. Una scena che, per un professionista del settore cinematografico, sarebbe stata uno scherzo, ma non per la Harris, alla sua prima partecipazione a una pellicola di Hollywood.

La 20th Century Fox e il regista David Leitch hanno rifiutato di commentare queste indiscrezioni.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio