Dark Frontier – Ultimate Collection #1 (Rosi, Panciroli, Poggiali)

Dark Frontier – Ultimate Collection #1 (Rosi, Panciroli, Poggiali)
Dark Frontier di Massimo Rosi, Luca Panciroli e Pamela Poggiali, pubblicato da Leviathan Labs, è il racconto post-apocalittico di un'America isolazionista che rievoca le atmosfere di film come Mad Max e 1997 - Fuga da New York.

Cover-DF-TPB-Lev-LabsDark Frontier, serie post-apocalittica pubblicata in Italia da (e negli States da Caliber Comics), rimanda a livello estetico ad alcune pellicole di George Miller e John Carpenter (oltre a citare nel racconto William Gibson), conservando una certa originalità e trovando nell’ambientazione uno dei suoi punti di forza. La politica statunitense di questi ultimi anni viene rielaborata nella descrizione di un’America dove nessuno può entrare né uscire, dove le frontiere sono invalicabili e i migranti non hanno nessuna modalità d’accesso. In questo scenario, che porta alle estreme conseguenze la tendenze isolazionistiche di Donald Trump, si muove la sceneggiatura di , il quale descrive le gesta di una coppia di amanti, entrambi impegnati in una guerra per evitare che le forze governative si impossessino delle poche riserve verdi ancora esistenti. Una narrazione action, senza fronzoli e in grado di fornire un’interessante caratterizzazione dei protagonisti e del rapporto che li lega. La storia è resa visivamente in modo efficace nelle tavole di Luca Panciroli, autore dallo stile graffiato che dimostra particolare cura nella raffigurazione dell’ambientazione distopica e nel visualizzare le scene più dinamiche.
Dark Frontier è dunque un fumetto che riesce a coinvolgere il lettore con un promettente world building e, pur partendo da territori in parte noti, affronta tematiche non banali mostrandoci uno specchio distorto e tragico della nostra attualità.

Abbiamo parlato di:
Dark Frontier – Ultimate Collection #1
Massimo Rosi, Luca Panciroli, Pamela Poggiali
Leviathan Labs, 2019
112 pagine, brossurato, colori – 15,00 €

Dark-Frontier-1

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su