Dampyr #240: Possessione! (Piani, Belardo)

Dampyr #240: Possessione! (Piani, Belardo)
Harlan si reca nella città di Leopoli in Ucraina, per fronteggiare la bella Jadwiga, che cattura le sue prede attraverso l'atto sessuale.

1580215719953.png--possessione____dampyr_240_coverAvventura autoconclusiva per Harlan Draka nel #240 della serie regolare, questa volta ambientata in Ucraina, che lo vede indagare su di una catena di suicidi e fatti misteriosi che sembrano essere legati alla bella e sfuggente Jadwiga.
Ispirandosi agli scritti del poco noto Stefan Grabinski, conosciuto anche come il “Poe polacco”, lo sceneggiatore dell’episodio Stefano Piani mette in scena una frenetica e violenta caccia al “mostro” dal ritmo concitato, ben ritmata e con pochi tempi morti, se non quelli affidati ai flashback che ci raccontano il passato di Jadwiga.
È proprio la figura e l’azzeccata caratterizzazione dell’affascinante vampira del dolore, parassita delle emozioni, che dà il titolo all’albo; le sue abitudini, la sua genesi e la sua maledizione diventano il punto focale sul quale si sviluppa l’intera vicenda. Piani ci consegna un personaggio tormentato, schiavo delle sue pulsioni sessuali che riverberano per l‘intero episodio, nato da un dolore insormontabile che ha attirato creature innominabili. Creature cui sarebbero forse serviti maggior spazio e foliazione per spiegare con dovizia di particolari il luogo di origine e il loro scopo, che rimane invece abbastanza ambiguo.
Ai disegni ritroviamo Vanessa Belardo, disegnatrice siciliana autrice di una buona prova (nonostante qualche difficoltà con il volto di Harlan, qui forse poco omogeneo e troppo giovanile) che presenta una serie di tavole dall’impostazione classica, delineate da un tratto pulito, sempre molto leggibile, efficace nel rappresentare le atmosfere reali quanto quelle oniriche, queste ultime provocate dalle allucinazione causate dal morbo sessuale trasmesso da Jadwiga alle sue prede. Notevole e centrata la copertina di Enea Riboldi.

Abbiamo parlato di:
#240: Possessione!
Stefano Piani, Vanessa Belardo
,  marzo 2019
96 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,90 €
ISSN: 977159000204000240

1580215781513.jpg--

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su