Comicon 2015: le videointerviste

Comicon 2015: le videointerviste
Vi presentiamo le videointerviste realizzate in occasione del Comicon a Matteo Scalera, Paolo Bacilieri, Michele Monteleone e Matteo Casali.

Durante il Napoli abbiamo avuto modo di intervistare vari autori dal vivo.

Matteo Scalera era presente in fiera allo stand Bao Publishing per presentare Black Science, serie creator-owned di fantascienza su testi di Rick Remender (pubblicata negli Stati Uniti da ).
Nella prima parte dell’intervista ci racconta il suo lavoro su questa serie, parlando di come è nata l’idea e della stimolante collaborazione con lo sceneggiatore, con cui ha collaborato anche su Secret Avengers della Marvel.

Nella seconda parte Scalera parla del suo stile, approfondisce alcuni aspetti della sua carriera e cita i progetti futuri in lavorazione. Tra questi, l’autore emiliano cita l’intenzione di riprendere e concludere Retrievers (miniserie da lui ideata, scritta e disegnata) e un ulteriore progetto indipendente con uno sceneggiatore americano che partirà la prossima estate.

Paolo Bacilieri era presente sia allo stand Bonelli per autografare una tavola tratta dall’episodio de Le storie da lui disegnato, sia a un incontro con il pubblico per Coconino Press, insieme a Michele Petrucci e Andrea Ferraris.
In questa videointervista approfondisce la nascita e la realizzazione di Fun (Coconino Press), opera in cui ripercorre la storia del cruciverba.

Inoltre, Bacilieri ha parlato di Orfani: Ringo #8 e ha anticipato alcuni dettagli di More Fun, seguito di Fun. L’opera conserverà la medesima struttura di Fun e narrerà l’evoluzione del cruciverba sia in Francia (citando Georges Perec) che in Italia (dove, a parere dell’autore, non si può prescindere dal citare La settimana emigmistica).

Michele Monteleone, nella prima parte di una lunga conversazione, ci ha narrato il suo lavoro su Battaglia, il fumetto nero ideato da Roberto Recchioni e di cui si è parlato anche in un incontro durante il Comicon. Monteleone contestualizza la nuova miniserie sul vampiro Pietro , intercalata in uno scenario storico reale come quello del ventennio fascista.

L’autore ha avuto modo di parlare di , primo numero della serie Roberto Recchioni presenta: I maestri dell’orrore in uscita a novembre. Viene sviscerato il rapporto tra il romanzo di e l’adattamento a fumetti, a detta dell’autore molto fedele alla fonte.

Infine Monteleone ha presentato Nick Banana – Gli anni segreti (), opera satirica sull’attualità politica e sociale italiana. Il fumetto, illustrato da Daniele di Nicuolo, è stato scritto insieme a Nicolò “Nebo” Zuliani, blogger su Bagni Proeliator al debutto nella nona arte.
Monteleone, parlando dei suoi lavori futuri, ha anticipato di essere al lavoro sul secondo numero della terza stagione di e su una storia del Dylan Dog Maxi Old Boy del prossimo autunno, sceneggiata assieme a Stefano Marsiglia e Giulio Antonio Gualtieri, per i disegni di Giorgio Pontrelli.

, tra i deus ex machina del progetto Atomico, ci ha esposto alcune caratteristiche del crowdfunding e delle nuove modalità di produzione fumetti (di cui aveva parlato anche in un incontro con Ratigher e Andrea G. Ciccarelli). Secondo Casali uno dei pregi di questi nuovi canali produttivi è il permettere ai lettori di contribuire attivamente alla realizzazione di un’opera, se credono in essa.

Chiudiamo con l’estratto di un’interessante conferenza tenutasi presso l’Auditorium del Teatro Mediterraneo. Milo Manara, conversando con David Riondino, ha commentato vignetta per vignetta le prime tavole della sua nuova opera, Caravaggio – La tavolozza e la spada ().

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su