Parliamo di:

Lo chiamavano Jeeg Robot: 16 candidature ai David di Donatello

L’opera prima di Gabriele Mainetti, dopo l’ottima accoglienza di critica e di pubblico, raccoglie oggi il plauso dei giurati del David di Donatello.

Gian Luigi Rondi, Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano, ha reso note oggi le candidature della 60a edizione dei Premi David di Donatello, votate dal 28 febbraio al 10 marzo dalla Giuria dell’Accademia.

Tra le nomination, un trionfo per Lo chiamavano Jeeg Robot, opera prima di Gabriele Mainetti, che insieme a Non essere cattivo di Claudio Caligari ha ottenuto il numero maggiore di candidature, 16 in tutto.

Lo chiamavano Jeeg Robot: 16 candidature ai David di Donatello

Le nomination sono:

Miglior regista esordiente

GABRIELE MAINETTI

Migliore sceneggiatura

NICOLA GUAGLIANONE – MENOTTI

Migliore produttore

GABRIELE MAINETTI per GOON FILMS, con RAI CINEMA

Migliore attrice protagonista

ILENIA PASTORELLI

Migliore attore protagonista

CLAUDIO SANTAMARIA

Migliore attrice non protagonista

ANTONIA TRUPPO

Migliore attore non protagonista

LUCA MARINELLI

Migliore autore della fotografia

MICHELE D’ATTANASIO

Migliore musicista

MICHELE BRAGA – GABRIELE MAINETTI

Migliore scenografo

MASSIMILIANO STURIALE

Migliore costumista

MARY MONTALTO

Migliore truccatore

GIULIO PEZZA

Migliore acconciatore

ANGELO VANNELLA

Migliore montatore

ANDREA MAGUO con la collaborazione di FEDERICO CONFORTI

Miglior fonico di presa diretta

VALENTINO GIANNì

Migliori effetti digitali

CHROMATICA

Uscito nelle sale il 25 febbraio, il film è attualmente presente in circa 30 sale (soprattutto nel Lazio) e ha incassato a oggi 2.663.202 (oltre 400.000 spettatori). A partire dal 21 aprile, il film verrà ri-distribuito a livello nazionale.

Ricordiamo infine che la cerimonia di premiazione dei David di Donatello si terrà lunedì 18 aprile.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio