Carambola Dormiente di Adam Tempesta: tra esistenzialismo e surrealtà

Carambola Dormiente di Adam Tempesta: tra esistenzialismo e surrealtà
Il volume Carambola Dormiente di Adam Tempesta, edito da Eris Edizioni, traghetta il lettore in un mondo al confine tra realtà, subconscio e stravagante follia.

Prima di iniziare con la lettura del volume, è lo stesso autore, , a darci uno spassionato consiglio:

“Ciao, prima di leggere questo fumetto dovresti sapere che è un po’ peso perché tocca temi delicati, perciò prima di aprirlo e leggerlo tutto assicurati di essere nel mood giusto per farlo.”

coverDEFCarambola Dormiente trasporta il lettore fin da subito in un viaggio tra una stralunata realtà e un profondo esistenzialismo in cui il protagonista ci fa partecipi dei pensieri del suo io più personale e fragile, attraverso un flusso di considerazioni sul mondo che ci circonda senza soluzione di continuità.

La storia viene raccontata attraverso l’uso di diversi registri narrativi – dall’ironico/satirico al realistico – in cui numerose esperienze di vita più o meno romanzate, a seconda delle occasioni, si affastellano in un affascinate caleidoscopio di emozioni e stati d’animo nel quale rabbia, paura, disagio ma anche amore, speranza e positività si incontrano e scontrano senza lasciarsi mai.
Avventurarsi nel racconto semi-autobiografico di questi tempi, soprattutto nel periodo post-pandemia, non è sicuramente un’impresa facile, dato che proprio il Covid ha sicuramente contribuito a peggiorare un po’ per tutti una vita che, già di base, può riservare grattacapi da risolvere più o meno grandi in maniera inaspettata.

Oltretutto, il focalizzarsi su temi difficili del proprio vissuto personale è sicuramente un qualcosa che almeno i lettori più smaliziati avranno già potuto leggere più volte in numerose opere di matrice autoconclusiva – anche per quanto riguarda gli autori italiani – aumentando in modo esponenziale il pericolo del già visto.
è fortunatamente riuscito a non addentrarsi totalmente nei cliché del genere autobiografico, puntando sì a raccontare esperienze di vita tra le più disparate, spesso difficili e traumatiche, usando come collante le sue debolezze e le sue paure, fatte di ansia e – forse soprattutto – depressione, usando però il contesto fantastico per prendersi talvolta delle pause dai momenti più seriosi, andando a toccare certe volte addirittura il tipo di narrazione sopra le righe tipica31-1 dei manga shonen (basti pensare alle brevi sequenze di combattimento sconclusionato con altrettanti improbabili personaggi) o all’evoluzione del protagonista in un rimando neanche troppo velato ai GDR, usando alcune meccaniche tipiche dei videogiochi di ruolo per imbastire la propria storia.

Non solo negatività dunque, ma anche una presa di coscienza dell’autore che ha trovato la forza di inserire nel suo racconto dei messaggi di speranza, sicuramente una cosa non semplice quando ci si ritrova a vivere momenti molto difficili e apparentemente senza alcuna via d’uscita.
Lo stesso slang usato dagli strambi personaggi che popolano il racconto, come espressioni gergali tipo preso bene, punta sicuramente a empatizzare maggiormente con un pubblico giovanile, che riuscirà forse in maniera meno complicata a immedesimarsi nei flussi di pensiero del personaggio principale.

Per quanto concerne lo stile artistico, punta su una griglia da sei di matrice classica a cui alterna splash page e un tratto spesso sgraziato, a tratti deforme, surreale, talvolta minimalista – come nel caso delle semplici vignette nere riempite dal solo testo bianco – in grado di dare libero sfogo a virtuosismi complessi, bizzarri e dal tocco weird, su tutti i particolarissimi mostri onirici che il personaggio principale incontra nel suo difficile – ma per forza di cose necessario – percorso di crescita interiore.

Abbiamo parlato di:
Carambola Dormiente

, 2022
128 pagine, brossurato, bianco e nero – 15,00 €
ISBN: 9791280495181

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *