Parliamo di:

The Cannibal Family #14 – E’ sempre l’ora del tè (Fantelli, Grassi)

La famiglia Petronio, divisa da fatti recenti, si prepara ad affrontare nuove minacce incombenti.

The Cannibal Family #14 - E' sempre l'ora del tè (Fantelli, Grassi)Con E’ sempre l’ora del Tè arriva alla quattordicesimo uscita The Cannibal Family, la serie ammiraglia della Inkiostro Edizioni, che, proprio con questa testata, è riuscita a riportare nel fumetto Italiano l’horror estremo venato da forti connotazioni erotiche.
La serie, solitamente raccontata su due binari narrativi diversi, ambientati uno nel presente e uno nel passato della famiglia Petronio, protagonista della saga, questa volta si snoda in un solo lungo episodio corale che mette in risalto le difficoltà che i Petronio stanno attraversando. , creatore della serie insieme a (autore della copertina), e sceneggiatore dell’intero albo, punta infatti i riflettori sui vari membri del disfunzionale nucleo, raccontandone un momento di grave crisi e in cui i loro forti legami stanno lentamente sgretolandosi dopo i duri, recenti accadimenti.
Si dimostra bravo lo scrittore nel rappresentare e alternare un momento per ogni personaggio, mostrandone in questo caso le debolezze e regalando loro una nuova e ancora più approfondita caratterizzazione. Una sorta di prova di maturità per la serie, che non ricorre allo splatter o al colpo a effetto, presenti ma in tono decisamente minore, per catturare il lettore.
Buona anche la prova ai disegni del giovane (disegnatore che sta effettuando prove anche per la Marvel), che grazie alla sua linea pulita e chiara, riesce a cogliere con efficacia il dolore, la pazzia e il senso di smarrimento provato dai protagonisti, realizzando nel contempo tavole  lineari e leggibili.

Abbiamo parlato di:
The Cannibal Family #14 – E’ sempre l’ora del tè
Stefano Fantelli, Gero Grassi
Inkiostro Edizioni, 2017
64 pagine, brossurato, bianco e nero – € 5,90
ISBN: 9788899413750

The Cannibal Family #14 - E' sempre l'ora del tè (Fantelli, Grassi)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio