Bao pubblica “Stelle o sparo” il primo graphic novel di Nova

Bao pubblica “Stelle o sparo” il primo graphic novel di Nova
Due amiche su un'isola sperduta, una vacanza che deve essere una catarsi, per liberarsi dall'angoscia che attanaglia la vita di ogni giorno e impedisce di andare avanti. Nova, voce della generazione cresciuta negli anni '90, disegna un diario di viaggio che esorcizza il nostro presente e "la paura del buio",...

COMUNICATO STAMPA

La gente va a “ritrovare se stessa” nei posti più assurdi. Tipo l’India, il Tibet. Posti enormi. Cioè secondo me se ti cerchi in un posto piccolo magari ti trovi.

BAO Publishing annuncia l’uscita di Stelle o sparo, il primo graphic novel di .

Ed e Stella sono amiche da sempre. Stella è bloccata nelle sue paranoie da un po’, così Ed la costringe a partire per un viaggio. Si ritrovano su un’isola che il turismo ha dimenticato, e ne conoscono gli abitanti. Passano le giornate come se fossero pirati, esplorando e carpendo ciò che possono da ciò che le circonda, per capire ciò che hanno dentro. A osservarle, presente ma quasi invisibile, c’è Cosmo, un bambino “figlio dell’isola”, con un enorme dolore dentro.

Per Stella diventerà importante. Perché forse è solo prendendo in mano il dolore degli altri che comprendiamo la forma del nostro. E se accendiamo le stelle, non esiste oscurità capace di farci paura.
Il debutto di Nova, un’autrice con un mondo da raccontare. Una voce davvero diversa, davvero preziosa.

Stelle o sparo è disponibile anche con cover variant disegnata da Zerocalcare in edizione limitata di 2000 copie numerate in esclusiva per La Feltrinelli.

Stelle o sparo è disponibile in libreria e fumetteria dal 24 maggio 2018.

Le prossime date del tour di presentazione del libro:

 

31 maggio, Pescara
La Feltrinelli Via Trento 12, ore 18:00. Presentazione e firma copie.

14 giugno, Roma
Festival Bande de Femmes 2018 presso Libreria Tuba.

L’autrice

Nova nasce nel 1984, come i Gremlins e Freddy Krueger, con i quali condivide ideali e sogni. Regina degli anni Novanta per diritto divino, parla con i cani e con le birre del discount. Grazie alla sua laurea in Belle Arti, ottiene accesso privilegiato a un range variegato di lavori umili e sottopagati e ne approfitta per girare un po’ l’Europa, facendo la cameriera, come nei peggiori cliché delle canzoni indie. Nonostante la vita, si ostina a disegnare e, oltre a innumerevoli autoproduzioni, dal 2013 collabora con il progetto TINALS – This Is Not A Love Song, inizialmente sotto lo pseudonimo di Erbalupina. Sogna di fare tantissimi soldi, per poi disprezzarli e preferire all’agiatezza economica una vita serena e illuminata nei boschi. Grazie al suo stile incredibilmente approssimativo vorrebbe un giorno essere ricordata come l’Eurospin del fumetto italiano.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su