Voglio la luna: un viaggio appassionante sulla Luna tra scienza e poesia

Voglio la luna: un viaggio appassionante sulla Luna tra scienza e poesia

Da sempre gli esseri umani guardano verso il cielo con meraviglia e stupore e la Luna, in particolar modo, ha sempre esercitato un grande fascino su astronomi, matematici, letterati, poeti e artisti. Nel 2019, anno in cui cade il cinquantesimo anniversario del viaggio dell’uomo sulla Luna, la collaudata coppia Valente-Guidoni ha dato vita a un’opera divulgativa precisa e appassionata, interamente dedicata allo spettacolo notturno per eccellenza, all’ancestrale divinità celeste fonte d’ispirazione per poeti e scienziati; insomma… alla Luna!

In questo libro di astronomia per bambini edito da Editoriale Scienza e dal titolo Voglio la luna, Umberto Guidoni, primo astronauta europeo a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, e Andrea Valente, famoso scrittore e divulgatore per ragazzi, ci raccontano il nostro satellite in modo emozionante, scegliendo un approccio di ampio raggio che prende in considerazione non solo la parte più scientifica dell’argomento ma anche quella letterario-artistica.

Infatti, i due autori, prima di soffermarsi sulla parte tecnica e divulgativa, dedicano il capitolo d’apertura – dal titolo Mitica Luna – a come essa abbia ispirato l’uomo fin dall’antichità, tanto da essere protagonista di meravigliose leggende, romanzi, brani musicali, film culto, fumetti, dipinti. Vengono citati esponenti artistici importanti: Méliès, Kubrick, Verne, Leopardi, Beethoven e Van Gogh; vengono nominati fumetti come i Peanuts, Tin Tin e la Pimpa e raccontate la favola de La luna di formaggio e la leggenda cinese La luna e Chang’e. Un approfondimento interessante riguarda anche il rapporto tra la Luna, gli animali e gli alberi.

Il secondo capitolo si intitola Luna scientifica e ai giovani lettori servirà per approfondire la storia e la conformazione del nostro satellite. Vengono qui date risposte a tante domande: come si è formata la Luna? Come influisce sulle maree? Cosa sono le fasi lunari? Cos’è il giorno lunare? Qual è la causa di un’eclissi? Sulla Luna c’è acqua? Cosa sono i mari lunari? Ci sono le miniere sulla Luna?

La terza parte, dal titolo Avventurosa luna, è dedicata principalmente alle missioni spaziali che hanno portato l’uomo a poggiare il proprio piede sulla Luna: questo capitolo è un vero e proprio viaggio tra le tappe salienti dell’era spaziale. Lo Sputnik, Yuri Gagarin, Valentina Tereshkova, il razzo Saturn, il programma Apollo e molto altro verrà approfondito con dovizia di particolari. Ovviamente non può mancare il racconto del 20 luglio 1969, data celeberrima, quando l’Apollo 11 portò Neil Armstrong e Edwin Aldrin ad arrivare fisicamente sulla Luna.

Il libro si chiude con un occhio al futuro, cercando di delineare scenari che sembrano fantascientifici ma che in realtà non lo sono: la costruzione di una stazione spaziale tra la Terra e la Luna, capace di ospitare uomini e attrezzature per condurre operazioni nello spazio, e la creazione di un ascensore lunare. Inoltre, curiosa è la notizia che Google stia collaborando con la Nasa per realizzare Google Moon, un servizio simile a Google Earth, ma dedicato al nostro satellite, grazie al quale si potrà “visitare” la Luna.

Oltre alla serietà divulgativa di Andrea Valente e Umberto Guidoni, ciò che rende davvero prezioso questo volume sono le illustrazioni di Susy Zanella: immersive, eteree e dai colori caldi, sono perfettamente in linea con ciò che viene descritto e aiuteranno i giovani lettori ad avere una conoscenza ancora più realistica dell’argomento. Sono sempre molto rari i libri di divulgazione che curano in modo così attento anche la parte estetico-illustrativa: Voglio la luna si potrebbe quasi definire un “albo illustrato di divulgazione”.

Nelle ultime pagine del libro troviamo, oltre all’utilissimo e immancabile Glossario, anche le risposte ai Quiz, sparsi qua e là per le pagine, utili a rendere la lettura ancor più giocosa e interessante.

Recensione precedentemente pubblicata sul portale Edu-Inaf.