Terra chiama Luna! L'avvincente storia dell'Apollo 11 in un albo illustrato di divulgazione

Terra chiama Luna! L’avvincente storia dell’Apollo 11 in un albo illustrato di divulgazione

Terra chiama Luna” è l’ultima opera di Lara Albanese, fisica e appassionata divulgatrice scientifica, per Editoriale Scienza: con questa originale opera l’autrice si è proposta di raccontare ai bambini con dovizia di particolari il primo sbarco dell’uomo sul nostro satellite, la luna.

Com’è avvenuto l’allunaggio? Perché sulla Luna sono approdati solo Armstrong e Aldrin, mentre Collins è rimasto sul modulo di comando? Quanto tempo sono stati sul satellite e cosa hanno fatto nel frattempo? Come si è svolto il ritorno? Dove sono atterrati esattamente? Queste sono solo alcune delle domande alle quali, in “Terra chiama luna”, i giovani appassionati di spazio troveranno risposte adeguate e soddisfacenti.

Partiamo dal principio: il 16 luglio 1969, per l’appunto cinquanta anni fa, ebbe inizio la missione Apollo 11: la navicella spaziale Apollo si staccò dal suolo terrestre, più precisamente dal “Kennedy space center” in Florida, negli Stati Uniti, grazie al potente razzo Saturn V. L’allunaggio avvenne quattro giorni più tardi, il 20 luglio, nella zona denominata “Mare della Tranquillità”.

Il libro possiede una struttura ordinata e precisa: le pagine introduttive sono ampiamente dedicate alla corsa allo Spazio ingaggiata da Stati Uniti e Unione Sovietica, ai suoi protagonisti (come Yuri Gagarin e Valentina Tereshkova, rispettivamente il primo uomo e la prima donna ad aver viaggiato nello Spazio), all’addestramento degli astronauti, al loro equipaggiamento, agli animali nello spazio (la famosissima Laika).

L’opera poi entra nel vivo e permette ai giovani lettori, ormai pronti e informati, di avventurarsi nell’affascinante storia dell’Apollo 11. La navicella era formata dal modulo di servizio, che forniva propulsione, energia elettrica, acqua e ossigeno, dal modulo lunare, per l’atterraggio sulla Luna, e il modulo di comando, l’unica parte che tornò sulla Terra, che era il centro di controllo della navicella Apollo e la zona dove risiedevano gli astronauti, Neil Armstrong, il comandante, e i piloti Edwin Eugene Aldrin, detto “Buzz”, e Michael Collins. Il modulo di comando omprendeva una cabina dell’equipaggio pressurizzata, i sedili degli astronauti, pannelli di controllo e strumentazione, i sistemi ottici ed elettronici di guida e navigazione, i sistemi di comunicazione, i sistemi di assetto, batterie, scudo termico, il reaction control system, il portellone per il rendezvous, il portellone di ingresso, cinque finestre e il sistema di atterraggio formato da tre paracadute.

Nell’ultima parte del libro l’autrice si sofferma sul ritorno – il 24 luglio 1969 l’Apollo 11 ammarò nell’oceano Pacifico, a 1500 km dalle Hawaii -, sulle conseguenze mediatiche di questo straordinario viaggio e sui progetti futuri.

Con questo libro di divulgazione per bambini dedicato al primo sbarco dell’uomo sulla Luna, Lara Albanese conferma ancora una volta la sua eccezionale abilità di divulgatrice.  Nel 2019, per la celebrazione del 50° anniversario dello sbarco, l’editoria per l’infanzia ha riempito (fin troppo) gli scaffali delle librerie con volumi sul tema; tuttavia le proposte di Editoriale Scienza sono sempre eccellenti e si distinguono per la loro precisione scientifica e per la loro gradevolezza grafica. Infatti, anche in questo caso, a impreziosire il volume, rilegato e di grande formato, sono presenti le illustrazioni incisive di Luogo Comune, un giovane illustratore di talento, che rendono questo libro di divulgazione ancor più affascinante e artistico.

Qualche informazione in più sugli autori:

Chi è Lara Albanese?

Dopo essersi laureata in fisica con una tesi sulle particelle elementari, le più piccole parti di materia oggi conosciute, Lara Albanese si è resa conto di preferire anche nella vita i piccoli ai grandi: ha scelto così di dedicare il suo lavoro alla comunicazione della scienza rivolta ai bambini di tutto il mondo. Ha scritto una ventina di libri per bambini e pubblicato un centinaio di articoli (questa volta per grandi). Ha vinto, nel 2013, il premio Andersen “per l’opera entusiasta, qualificata e innovativa svolta in campo astronomico e scientifico, coniugando felicemente divulgazione e narrazione”, mentre nel 2014 le è stato assegnato il premio “Un libro per l’ambiente” (Legambiente), nella sezione divulgazione.

Chi è Luogo Comune?

Luogo Comune è un illustratore italiano. Vive e lavora a Bologna. Ha studiato Storia dell’arte a Milano e conseguito il diploma specialistico in Grafica e illustrazione presso l’Istituto superiore per le industrie artistiche (Isia) di Urbino. Dal 2017 lavora come freelance. La sua ricerca artistica abbraccia sia il lavoro in studio che, tramite i murales, l’arte urbana. Come illustratore ha raccolto diverse richieste editoriali per magazine e libri illustrati, e ha collaborato con alcuni collettivi artistici; come muralista ha dipinto in diverse città italiane e, all’estero, in Polonia, Austria, Inghilterra, Spagna e Marocco.