Su un raggio di sole di Tillie Walden: un fumetto sull'eroismo femminile

Su un raggio di sole di Tillie Walden: un fumetto sull’eroismo femminile

71U5VX0b1lLIl monumentale graphic novel Su un raggio di sole, opera della giovane e talentuosa fumettista Tillie Walden – premio Eisner nel 2018 e astro nascente del fumetto statunitense -, è pubblicato in Italia da Bao Publishing e racconta le gesta di un equipaggio spaziale femminile che restaura edifici antichi in mondi dimenticati: è con queste parole che Alma, la vicecapitana della navicella Atkis accoglie la protagonista Mia il primo giorno di lavoro: “siamo le ultime a vedere un posto prima che sparisca”.

Mia è una ragazza che alla Cleary, la scuola che frequenta, ha infranto tutte le regole e non è riuscita ad assicurarsi niente di stabile per il futuro: tuttavia ha imparato a pilotare navicelle spaziali e si è innamorata di Grace Hill, la ragazza più brava e misteriosa della scuola. Grace proviene dalla Scalinata, una delle zone più pericolose dello spazio, in guerra con gli altri pianeti che vorrebbero depredare le sue risorse naturali; un giorno la ragazza viene richiamata all’improvviso e deve tornare a casa. In un attimo tutta la sua vita si sgretola: il suo futuro, il desiderio di studiare sulla Terra, la sua storia d’amore con Mia.

Mia, che dopo cinque anni non ha ancora superato il dolore della separazione da Grace, inizia a lavorare in un’astronave a forma di pesce, il cui compito è viaggiare di pianeta in pianeta per ristrutturare antichi edifici su mondi ormai dimenticati. Qui scopre che alcune colleghe sono legate alla Scalinata e alla famiglia Hill, così prende la decisione di affrontare il pericoloso viaggio nello spazio per raggiungere Grace e dirle addio.

Su un raggio di sole è una “space opera” con caratteristiche atipiche: appare come una miscela elegante del genere letterario adatto ai giovani adulti, di fantascienza a disegni, di Moebius e Miyazaki. Il risultato è un poema illustrato di formazione dalle atmosfere oniriche, in cui ogni dettaglio, ogni spettacolare paesaggio e ogni costruzione labirintica sono tracciati con epicità e, insieme, con delicatezza. Leggendo l’opera ci si sente totalmente immersi in una dimensione estranea ma confortevole e ogni lettore può facilmente trovare elementi in cui riconoscersi e sentirsi meno solo.

I personaggi sono indagati con grande sensibilità ed empatia a livello emotivo, mentre sono inafferrabili nella caratterizzazione dei volti e dei corpi. Per quanto riguarda i paesaggi, Tillie Walden si destreggia alla perfezione tra esplosioni di colore (i rossi accesi e i gialli acidi delle macerie) e sezioni buie (il nero profondo del cosmo); la Scalinata è un tripudio meraviglioso di colori, forme, foreste in fiore, “spiriti volpe”, deserti cyber punk. La maggior parte delle tavole sono composite, ma vi sono anche “splash page” sorprendenti, in cui l’influenza dei film di Hayao Miyazaki è evidente.

su-un-raggio-di-sole-3

Nel romanzo non sono presenti uomini, tutte le protagoniste sono donne: donne custodi delle rovine, che rimettono in sesto le macerie con pazienza e coraggio. Ognuna di loro ha il suo compito e sono tutte dotate di una forza straordinaria. E Grace, in particolare, è la metafora di tutte le aspettative non realizzate dell’adolescenza in un universo adulto e che inesorabilmente a pezzi.

L’autrice, come si nota in tutte le sue opere (Mi stai ascoltando? per Bao Publishing e Trottole da Mondadori) ha la grande capacità di costruire mondi, delineare personaggi solidi e credibili e di affrontare in modo semplice tematiche complesse come l’adolescenza, l’amore omosessuale, la ricerca di indipendenza. E, in questo particolare caso, le analizza attraverso una veste grafica innovativa, anche per gli amanti del fantasy. SU-UN-RAGGIO-DI-SOLE-p9-min-e1616575493797

Abbiamo parlato di:

Su un raggio di sole di Tillie Walden
BAO Publishing, 2020
544 pagine, 27 €