La magia della natura secondo Levi Pinfold: La stagione dei frutti magici

La magia della natura secondo Levi Pinfold: La stagione dei frutti magici

La stagione dei frutti magici è un albo illustrato edito da Terre di Mezzo a gennaio 2016. L’autore, Levi Pinfold, conosciuto e apprezzato per Cane nero (Terre di mezzo) e La diga (Orecchio acerbo), in quest’opera ci ha deliziato – è proprio il caso di usare questo termine – con una fiaba sulla forza rigenerante della natura. Il racconto è in rima, semplice, poetico, breve ma molto intenso: il signor Orzodoro trova un bimbo tutto verde nel suo campo e capisce immediatamente di avere a che fare con qualcosa di speciale. Il bambino è infatti un Greenling, un folletto che fa crescere ovunque frutti così buoni da sembrare magici. La moglie di Orzodoro è spaventata, e con lei tutto il paese, ma il piccolo Greenling riuscirà a conquistarli con i suoi doni speciali.

La maggior parte delle pagine dell’albo riporta a sinistra il testo, in rima alternata, incorniciato in alto e in basso con dettagli disegnati in triangoli o rombi. Anch’essi fanno procedere, lentamente, il racconto. Lentamente come i fiori che sbocciano qua e là in un prato.

Cosa cresce nel campo degli Orzodoro?

Cosa cresce dove un tempo c’era un laghetto?

Che sia un dono fiorito apposta per loro?

“Forse” pensa l’uomo “è per me questo folletto”.

Nella pagina di destra, l’illustrazione a piena pagina, realizzata con matite colorate e acquerelli, è sempre un tripudio di potenza emotiva e dettagli realistici: dal colore del cielo, rosa tramonto, al riflesso nell’acqua preciso e puntuale nei colori e nelle linee. Tutto sembra statico, immobile e allo stesso tempo ventoso, in movimento. La luce rosa che filtra dalle finestre taglia diagonalmente, da destra a sinistra l’immagine e illumina lo sguardo premuroso dell’uomo e l’atteggiamento diffidente della donna. Un giorno sta finendo per gli Orzodoro, di lì a poco ne inizierà uno totalmente nuovo, magico, grazie a quello strano folletto verde.

Scende la notte, e Orzodoro ragiona:

“è pericoloso lasciarlo all’aperto.

Portiamo dentro la terra, magari funziona.

Crescerà più al sicuro, dormendo al coperto”.

“So cos’hai in mente” mormora lei

“non possiamo tenerlo, né ora né mai.

Fa’ sparire il folletto entro le sei:

o lui se ne va o per te sono guai”.

Qui accanto l’illustrazione è a doppia pagina: il Greeling ha “invaso” la cucina. Così come gli uomini hanno invaso casa sua per tanto tempo. Ma ciò che il folletto verde, quel bimbo tenero e rotondo, dona sono magici frutti, esplosivi colori, succose verdure.

 

Le pagine successive sono un climax ascendente di esplosione di frutti e colori, che cresce di pari passo con la fiducia che tutto il paese ripone nel Greeling. Ogni tavola possiede una composizione perfetta, tra colori tenui dello sfondo e accesi e vivaci dei doni del folletto. L’illustratore australiano Levi Pinfold è riuscito a creare un albo illustrato che unisce l’originalità dell’illustrazione – il suo stile simbolico è inconfondibile – con un messaggio importante: capire, conoscere, proteggere la natura è il primo passo per vivere bene (e far vivere bene chi verrà dopo di noi).