I tre funerali del mio cane di Guillaume Guéraud: un tenero racconto sulla morte e (soprattutto) sulla vita

I tre funerali del mio cane di Guillaume Guéraud: un tenero racconto sulla morte e (soprattutto) sulla vita

cover3funerali-600x900«Un romanzo tenero e divertente, che parla della morte ma anche dell’amicizia e soprattutto della vita.» Con queste calzanti parole l’editore Biancoenero descrive, in quarta di copertina, uno dei libri più preziosi del proprio catalogo: si tratta di I tre funerali del mio cane (Les trois enterrements de mon chien), una delle ultime opere pubblicate, sia in Francia che in Italia, di Guillaume Guéraud, tra i più amati e originali autori transalpini.

La storia si apre in modo molto triste: Babino, l’inseparabile e adorato cane di Nemo, è morto dopo essere stato investito da un’automobile. Il bambino, insieme alla sorellina Mila e ai suoi amici Morgana, Giulio e Nadir, desidera organizzare per lui un funerale di tutto rispetto. Niente andrà però come previsto: e così, tra lacrime, risate, aneddoti disgustosi e qualche bizzarro inconveniente, i bambini dovranno iniziare daccapo l’evento per ben tre volte. La vicenda si sviluppa in un arco temporale assai ristretto: infatti, si svolge nella pausa di una partita di calcio in un caldo pomeriggio d’estate, in cui non mancano momenti buffi e profondi discorsi sul cinema, sull’amore e sull’amicizia.

Il pregio maggiore di questo breve ma intenso romanzo è senz’altro la grande capacità di Guéraud di dare voce, con estrema intelligenza e delicatezza, a un bambino che si confronta per la prima volta con la morte. L’autore riesce a esprimere al meglio la complessità dei sentimenti dei piccoli protagonisti, a raccontare il feroce dolore della perdita di un affetto e allo stesso tempo la dolcezza del ricordo dei giorni felici vissuti insieme.

I tre funerali del mio cane è un’opera davvero notevole che, come ogni libro della collana «Maxi Zoom» di Biancoenero, rispetta tutti i criteri di alta leggibilità, risultando così ancor più agevole da leggere e apprezzare.

I tre funerali del mio cane è finalista al Premio Andersen 2021, nella categoria Miglior libro 9-12 anni.

Recensione già pubblicata sul numero di marzo Il Mignolo, il supplemento dell’Indice dei libri del mese dedicato ai libri per bambini e ragazzi.

Abbiamo parlato di:

Guillaume Guéraud, I tre funerali del mio cane, ed. orig. 2020, Éditions du Rouergue,

trad. dal francese di Flavio Sorrentino, pp. 79, € 10,

Biancoenero edizioni, Roma, 2020. Dai 9 anni.