Dieci albi illustrati per l'inverno!

Dieci albi illustrati per l’inverno!

Rosmarino di Brigitte Minne e Carll Cneut (Topipittori)

Rosmarino è una grintosa storia di libertà e di ribellione nei confronti degli schemi prefissati dalla società che ha per protagonista la piccola Rosmarino, una fatina che desidererebbe tanto essere una strega sui pattini a rotelle e sfuggire così al suo mondo noioso e pieno di regole. L’illustratore Carll Cneut ha messo mano alla storia scritta da Brigitte Minne, pubblicata per la prima volta in Belgio vent’anni fa, e ne ha ammorbidito i tratti, inserendo in modo preponderante l’elemento naturale – divenuto un suo marchio caratteristico, da notare le somiglianze con La voliera d’oro – in un tripudio di rigoglio e bellezza dalle tinte calde. Età: 6+

L’albero rosso di Shaun Tan (Tunué)

È letteralmente impossibile riuscire a descrivere la meraviglia che gli occhi provano osservando le illustrazioni dell’opera di Shaun Tan. L’esplosione di bellezza è profondamente coinvolgente a livello emotivo grazie a uno stile grafico e compositivo dal taglio onirico e surreale, dove i vari colori rimandano a determinati stati d’animo. L’albero rosso è un albo molto complesso che ci racconta il vuoto, la solitudine, la malinconia e la paura del mondo ma che allo stesso tempo ci sprona con vigore, tavola dopo tavola, a non perdere mai la fiducia in un futuro sereno e luminoso. Età: 12+

Storie della notte di Kitty Crowther (Topipittori)

Le Storie della notte – e finalmente non “della buonanotte” – raccolte in questo libro dalla copertina rigida e dal formato ridotto sono tre: la storia di una custode notturna che con un piccolo gong passa a far addormentare tutte le creature della foresta; la storia di una bimba con la spada che si è persa in un bosco e quella del signor Bo che soffre di insonnia. Al di là dei racconti originali, scritti con maestria e caratterizzati da un’aura misteriosa, ciò che rende questo albo un piccolo capolavoro sono le illustrazioni di Kitty Crowther: spiazzanti, sognanti e tinte di un caldo fucsia che le rende indimenticabili. Il finale lascerà a bocca aperta anche i lettori più grandi. Età: 6+

Il bosco addormentato di Rebecca Dautremer (Rizzoli)

Questo grande albo è una versione nuova e originale della fiaba La bella addormentata nel bosco, qui reinterpretata in modo non convenzionale da Rebecca Dautremer, una delle più amate illustratrici francesi contemporanee. Man mano che si inoltra tra le pagine dell’opera, il lettore si perde nelle forme e nei colori intensi delle tavole che mostrano un paese completamente addormentato e si trova ad ascoltare, incuriosito e affascinato, i dialoghi dei personaggi, raffigurati a matita su sfondo bianco sul lato sinistro, che si chiedono se può davvero bastare un bacio per svegliare l’intero regno. Età: 6+

Il viaggio sul pesce di Tom Seidmann-Freud (Topipittori)

Il viaggio sul pesce è un libro che nasce lontano nel tempo e nello spazio, vale a dire nel 1923 in Germania. Proprio per questo è facile trovarvi le tipiche caratteristiche di un racconto nordeuropeo di inizio Novecento: città senza adulti né genitori, bambini che vivono in uno stato di pace e fratellanza, viaggi onirici (la scrittrice è la nipote di Freud) e un immaginario dal gusto surrealista. Il desiderio di un futuro migliore è dirompente in questo racconto e ciò risulta molto significativo se si pensa alla nazione e al periodo storico in cui è stato realizzato. Non è esagerato affermare che Il viaggio sul pesce è un capolavoro che tutti dovrebbero leggere. Età: 5+

Gorilla di Anthony Browne (Orecchio Acerbo)

Pubblicato in origine da Emme Edizioni negli anni Ottanta, Gorilla torna finalmente sugli scaffali delle librerie in tutto il suo splendore di opera rivoluzionaria ed eccezionale. In una notte magica, Anna – la piccola protagonista del racconto – vede esaudito il suo desiderio più grande, quello che il padre troppo occupato non ha mai avuto il tempo di soddisfare: avere un gorilla, grande e grosso come il suo papà, che la porta allo zoo, al cinema, al ristorante e a ballare sul prato. Le tavole di Browne – caratterizzate come sempre dalla figura del gorilla, elemento imprescindibile nelle sue opere – sono malinconiche e toccanti e sprigionano in maniera diretta tutti i sentimenti dei personaggi, fino a lasciare spiazzato il lettore. Età: 6+

La grande storia di un piccolo tratto di Serge Bloch (Edizioni Clichy)

La casa editrice Clichy porta nelle librerie, in una veste molto raffinata, il lavoro forse più rappresentativo di Serge Bloch, rimasto a lungo inedito per il pubblico italiano. La grande storia di un piccolo tratto è un’opera minimalista, solo all’apparenza semplice, e in realtà dotata di una forte complessità e ricchezza di contenuti. Il bambino protagonista del racconto raccoglie da terra un piccolo tratto (un pezzettino di materiale, forse una matita) e attraverso l’immaginazione, la creatività e la fantasia lo trasforma e lo rende vivo: segni rossi e neri dialogano sulla pagina, ogni disegno è un’avventura, una possibilità, l’inizio di una nuova storia. Senza l’arte e la forza dell’infanzia, la vita non è pensabile: sembra sia questo il bellissimo messaggio che Bloch vuole trasmettere ai suoi giovani lettori. Età: 7+

Hamelin – La città del silenzio di Alice Barberini (Orecchio Acerbo)

Dopo Il cane e la luna, sempre edito da Orecchio Acerbo, Alice Barberini torna con Hamelin – La città del silenzio, una nuova opera dal titolo suggestivo in cui si riconosce subito il suo stile lirico, rigoroso e dai tratti incantevoli. L’illustratrice, attraverso tavole in bianco e nero di rara bellezza, ricrea alla perfezione l’atmosfera delle vie silenziose, deserte e senza bambini della città di Hamelin. Infatti, ad anni di distanza dal giorno in cui tutti i bambini (tranne uno: il nonno della protagonista) sparirono seguendo il pifferaio, ora i piccoli non hanno il permesso di scendere per strada. Ma una sera, inaspettatamente, la melodia di un organetto comincia a sentirsi dalla finestra… ed è così che ha inizio un enigmatico viaggio nel passato. Età: 8+

Linee di Suzy Lee (Corraini)

Non poteva certo mancare l’attesissimo silent book della coreana Suzy Lee, illustratrice di fama internazionale che nei suoi lavori riesce sempre a sfumare con efficacia la realtà e la finzione. In Linee tutto ha inizio da una semplice linea di matita che attraversa il foglio, un solco dei pattini di una bimba che disegnano sul bianco incontaminato del ghiaccio. In principio si percepisce armonia, silenzio e mistero ma ben presto il gioco di rimandi all’interno delle pagine tra il tratto dell’autrice e le piroette della protagonista si fa più complicato, più ardito e vorticoso. E poi, improvvisamente, un errore spezza l’incanto. Ma Suzy Lee ci insegna che dagli errori ci si può riscattare, soprattutto se si è in compagnia. Linee è un’opera visivamente splendida, accattivante ed elegante, l’ennesima conferma della grandezza di questa autrice. Età: 6+

Incontri disincontri di Jimmy Liao (Terre di Mezzo)

Il destino è sempre pronto a scombinare le carte. Lo sanno bene i due giovani protagonisti dell’ultima opera dell’illustratore taiwanese Jimmy Liao: lei, ogni volta che esce per strada, gira a sinistra mentre lui gira invece a destra. E di riflesso lo sanno bene anche i lettori che seguono la doppia linea della narrazione di Incontri disincontri con apprensione, speranza e sincera partecipazione. Il senso dell’esistenza è racchiuso nelle metafore e nei simboli di questo intenso viaggio dalle parole distillate e dai frequenti colpi di scena. L’insieme di tali caratteristiche rende questo albo illustrato, dal taglio profondo e raffinato, il libro ideale per chi possiede, ha perso o spera di trovare il grande amore della propria vita. Età: 12+