Parliamo di:

AvX: l’ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel – Parte seconda

Continua l'analisi del maxi evento 2012 della Marvel che ha portato alla Ri(e)voluzione Marvel Now: seconda parte dell'analisi di Avengers VS X-Men.
Articolo aggiornato il 11/10/2017

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte seconda

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte seconda

SECONDO GIRO : AvX #2

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte secondaNella prima storia si assiste alla fuga degli , apparentemente sconfitti dagli , con Rachel che fa il doppio gioco con entrambi i gruppi e con Wolverine che viene menato da Cap. America, per non aver ascoltato gli ordini, e gettato fuori dall’aereo nell’Antartide.
Nella seconda storia scopriamo che Wolvie si lascia gettare dall’aereo così da essere rintracciato da Hope e studiare insieme a lei una strategia contro la Fenice. I due si dirigono verso la Zona Blu della Luna, dove in rapida successione scopriamo che Logan è ancora fedele a Cap. America , è sempre più convinto che Hope non debba essere uccisa e fa arrivare gli Avengers sul satellite terrestre. Anche gli X-Men di Ciclope vi arrivano e  un nuovo scontro tra i due gruppi è rimandato solo perché ai loro piedi precipita Thor, stremato e ferito, mentre la Fenice si avvicina sempre più alla Terra.
Il ritmo delle due storie è un po’ lento ma stavolta i disegni di . sono nettamente migliori rispetto al primo numero. I dialoghi, rimangono invece sempre superficiali.

Avengers #9

La prima storia (Avengers) è legata ad AvX #2. Si torna indietro nella narrazione, al momento della partenza per lo spazio del gruppo dei Vendicatori Segreti. Protagonista è Noh-Varr, lo seguiamo nel suo commiato dalla ragazza amata, nella scoperta che la magia del martello di Thor potrebbe ferire la Fenice e nel  suo tradimento. Anche Thor sale alla ribalta, riuscendo a ferire la Fenice, pur rimanendo ferito a sua volta. I disegni di sono migliori rispetto all’albo precedente, probabilmente sia perché molte inquadrature riguardano il suo personaggio preferito, Thor, sia per l’ambientazione spaziale della storia.

Wolverine e gli X-Men #8


AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte seconda

Doppia storia, per il serial Wolverine e gli X-Men: la prima, disegnata da Chris Bachalo, è bellissima, anche per la presenza di tante vignette inclinate, senza bordo, che rendono meglio l’azione concitata che si sta svolgendo. Nuova sequenza dialogata tra Wolverine e Ciclope, all’esterno della “Jean Grey School“, sotto gli occhi degli studenti che vorrebbero prendere una posizione. Scott cerca di convincere Wolvie a seguirlo nella sua causa ma, i due “ex amici” hanno idee completamente differenti e sono agli antipodi sulla visione futura dei Mutanti sulla Terra.
Nella seconda storia, l’azione si sposta più avanti, esattamente al 2° racconto (4° round) di AVX n. 2: Wolvie e Hope sono insieme e vengono attaccati dal Comando della morte,  un gruppo di criminali alieni inviato dall’impero ShìAr; la coppia si salva solo perché Hope sfoggia il potere della Fenice che è in lei. Wolvie non riesce, per la seconda volta, ad ucciderla, ed invia segretamente un sms a Cap. America. Nel frattempo sulla Terra, alla “Jean Grey School”, è arrivato il Gladiatore in cerca di suo figlio e si prospettano guai. I disegni, ad opera di Nick Bradshaw, sono nettamente penalizzati dal confronto con quelli di Bachalo.
L’albo prosegue con una lunga storia, estratta dalla serie X-Men Legacy, in cui assistiamo ad un violento scontro tra un gruppetto di Avengers (Falcon, She Hulk e Moon Knight) e i docenti della “Jean Grey School”, con Rogue che prima cerca di mantenere la calma e poi si scatena. Storia densa d’azione, con qualche dialogo interessante ma poco altro.

Capitan America & Secret Avengers #31

Un’altro ottimo albo, per merito anche delle prime due storie (di Cap. America) scritte da , che non riguardano la saga AvX.
I Vendicatori Segreti, invece, si trovano in piena AvX: sul pianeta Hala riusciranno a  scardinare l’illusione che il Ministro, parente di Mar-Vell , ha creato assieme al figlio. Alla fine della storia, dopo i tentativi di Thor, di Miss Marvel e di Capitan Bretagna, per salvare il suo pianeta natale, Capitan Mar-Vell si sacrificherà di nuovo facendo così allontanare la Fenice. Un bel racconto, questo dei Vendicatori Segreti, scritto da , che fa risaltare alcuni personaggi rimasti un po’ in ombra, e che avrà degli strascichi nel prossimo futuro, oltre ad aggiungere un altro tassello di nobiltà per l’originale Capitan Marvel, uno dei migliori eroi mai proposti dalla Marvel.

Thor & new Avengers #165

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte seconda

In questo albo solo la storia dei Nuovi Vendicatori è legata a AvX, con un lungo racconto, che introduce un legame millenario tra Iron Fist (e i Custodi di K’un Lu) e l’arrivo della Fenice sulla Terra. Il  racconto è ben scritto ed è ottimamente disegnato.

Iron Man & gli Avengers #57


In Avengers Academy si conclude l’arco narrativo in cui i giovani studenti di Wolverine sono stati “ospiti-prigionieri” dell’Accademia. Shaw convince i giovanissimi mutanti a prendere una decisione e la maggior parte di loro si teletrasporta grazie ai poteri di Pizie. Nella storia ci sono degli spunti interessanti ma, obiettivamente, la serie poteva essere tenuta tranquillamente fuori dalla saga.

Gli Incredibili X-Men #270


La storia degli X-men legata ad AvX (Uncanny X-Men) è deludente. A parte i dialoghi nelle prime due pagine, assistiamo solo a una scazzottata nel territorio di Tabula Rasa tra Ben Grimm, She Hulk e Luke Cage (per i Vendicatori), e Sub Mariner, Sunspot, ed Hepzibah (per gli X-Men).

TERZO GIRO: AvX #3

Prima svolta nella saga Avengers contro X-men: la Fenice arriva sulla Terra e… non va come tutti si aspettavano.

Avengers #10

Si inizia con un racconto che precede il terzo numero della miniserie AvX. La squadra di Vendicatori inviata nello spazio per fermare la Fenice non c’è la fatta (lo abbiamo letto nel numero precedente), o meglio ha ottenuto una piccola vittoria della quale se ne vuole avvantaggiare l’Intelligenza Suprema dei Kree (grazie al tradimento di Noh-Varr). Ma Thor e compagni riescono a riprendersi il mal tolto, mentre Noh-Varr, una volta compreso il piano dell’Intelligenza Suprema, ritorna sui suoi passi ma viene lo stesso bandito dal gruppo. Storia discreta, disegni abbastanza buoni di Walter Simonson.

AvX #3

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte seconda

La Fenice arriva, Iron Man cerca di fermarla con una nuova arma, ma le cose precipitano. Hope non accetta il dono della Fenice, che viene, invece, accolto da Ciclope, Colosso, Emma Frost, Namor e Illyana-Magik. Le tre pagine finali del primo racconto sono evocative e a loro modo agghiaccianti: l’universo Marvel sta per cambiare ed Hope sembra essere stata solo l’ennesima vittima della Fenice. Il primo racconto ha un buon ritmo ed è scandito dai pensieri di Hope in tanti balloon quadrati. 
Nel secondo racconto (6° round), seguiamo i cinque homo superior che, detenendo ora il potere della Fenice, cercano di migliorare il mondo e le condizioni di vita dell’umanità. I vendicatori cercano di opporsi a questo strapotere dei cinque mutanti, con scarsi risultati, fino all’arrivo nelle ultime pagine dell’albo di Wanda – Scarlet Witch che prende in custodia Hope.
 I disegni di John Romita jr. nel 5° round sono belli, anche se un po’ freddi, mentre quelli di sono nettamente superiori. Nel secondo racconto dell’albo, Jonathan Hickman propone uno scenario in cui gli eroi in calzamaglia si ergono a salvatori del mondo con i loro superpoteri, eliminando la fame, la povertà, le guerre, etc.. Ma il tentativo  rimane abbastanza superficiale.


Gli Incredibili X-Men #271

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte secondaCon la prima storia dell’albo lo scrittore Kieron Gillen dimostra quanto gli stia stretta questa dipendenza dalla saga AvX. Riesce a narrare le vicissitudini di alcuni dei giovanissimi X-Men (scappati dall’Accademia dei Vendicatori), apre una finestra narrativa su ciò che sta succedendo a Magneto, Tempesta e Psylocke, e continua a imbastire la trama legata all’androide alieno Unit (che ha preso il controllo di Danger), e lo fa narrando tutto con semplicità e freschezza, rendendo le cose interessanti. I disegni di Billy Tan supportano dignitosamente la storia.
Segue una perla narrativa, sempre di Gillen, disegnata dall’ottimo Dustin Weaver, che racconta gli intrighi di Sinistro (uno dei più antichi e pericolosi avversari degli X-Men) che, dopo essersi rifugiato nelle viscere della Terra, ha creato l’ennesimo mondo a sua immagine e somiglianza. Nell’apparente calma di questo utopico regno, Sinistro sta preparando le armi (i cloni di alcuni X-men), per affrontare i cinque della Fenice. Ottima trama, ottimi disegni.


Thor & New Avengers #166

Dietro una copertina accattivante di Walter Simonson c’è un altro ottimo albo di questa collana, merito in particolare delle serie “ Journey into Mystery“. Solo 
la quarta e ultima storia dell’albo, dedicata ai Nuovi vendicatori, è legata alla saga AvX; prosegue l’approfondimento sul legame tra i Custodi di K’un Lun e la Fenice con una storia molto interessante e intrigante, ricca di spunti, grazie anche alla presenza di un personaggio reale, che negli ultimi anni appare sempre più spesso nella sua re-interpretazione all’interno dell’universo narrativo Marvel. Alcune vignette sono molto intense, piene di sguardi, di emozioni e di azioni.

Iron Man & gli Avengers #58

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte secondaMolto interessante, e anche controversa, la doppia storia dell’Accademia: Vendicatori, che, al di là dello scontro con Emma Frost, una dei cinque della Fenice, si concentra sullo stato d’animo di un gruppo di ragazzini, che hanno tanti dubbi e sentimenti contrastanti che il possedere superpoteri suscita in loro. Su tutti spiccano Laura (X-23) e Juston Seyfert, quest’ultimo per il suo legame affettivo con una Sentinella.

Wolverine & gli X-Men #9 

Tre storie su 4 sono legate alla saga AvX, vediamole nel dettaglio. La prima storia punta l’attenzione su Rachel Grey, e sul suo coinvolgimento emotivo in AvX: Rachel è ritornata ad essere come nelle sue prime apparizioni, un segugio mutante che scova altri mutanti (in questo caso Hope), ma alla fine dell’episodio la lascia andare, perché Rachel conosce bene il potere della Fenice. Aaron descrive ottimamente, grazie anche a Bachalo, gli stati d’animo della protagonista.
Nelle seconda delle due storie di X-Men Legacy, assistiamo allo scontro tra Rogue (che ha lasciato Wolverine per aggregarsi ai mutanti fedeli a Ciclope), e Ms. Marvel. Al termine della storia Ms. Marvel ha la peggio, ma le convinzioni di Rogue sulla bontà delle idee di Ciclope, sono state scalfite dai lunghi dialoghi con la sua antagonista.

Mentre nella prima storia dell’albo di X-Men Legacy, la protagonista è, invece, Frenzy, che si trova in Africa per aiutare una bambina e portarla in salvo, affrontando nel contempo i propri fantasmi e le proprie paure.

 

Fine seconda parte

 

X-OMAGGI

AvX: l'ennesimo, quasi, inutile cross-over Marvel - Parte seconda
Sabretooth e Wolverine di Davide Corsi. Clicca sull’immagine per vedere tutti gli X-Omaggi.
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio