Stefano Rapiti

Classe '84, nato a Sansepolcro e cresciuto a Città di Castello viene iniziato al mondo dei fumetti dal nonno (appassionato lettore di Diabolik e Tex) da qui un'infanzia segnata da letture "bonelliane": Dylan Dog, Magico Vento, Dampyr, ecc.. Con la maggiore età, e la scoperta di opere quali "La Casta dei Meta-Baroni" di Jodorowsky, matura una predilezione per il fumetto d'autore e, a seguito di un viaggio in giappone, diventa divoratore compulsivo di manga. La passione per i fumetti impegna la totalità del suo tempo libero insieme a quella per il cinema, l'animazione (in particolare quella giapponese) e la musica. Per pagarsi le collezioni di fumetti e vinili decide di trovarsi ben presto un lavoro come grafico realizzando così il suo desiderio di lavorare in ambito "creativo". Diplomato al liceo scientifico, abbandona gli studi universitari in scienze della comunicazione per aprire una propria attività.

Scritti da Stefano Rapiti

Altri articoli da Stefano Rapiti
Torna su