Rodolfo Dal Canto

Classe 1993, nato a Bergamo, durante l’adolescenza legge Topolino e PK senza porsi troppe domande su quello che ha davanti e solo negli ultimi anni delle superiori capisce che il fumetto è più che un passatempo per ragazzini. I genitori, fiduciosi nei suoi studi di Lettere, cominciano a disperare quando per Natale chiede "Zeno Porno" invece che un dizionario di latino e sono del tutto rassegnati (ma contenti) quando si laurea alla magistrale di Italianistica a Bologna con una tesi su come il fumetto racconta i processi di trasformazione urbana. Oggi lavora in biblioteca e si interessa di fumetto, sociologia, spazi urbani, distopie, fantasmi e altre cose che gli mettono ansia.

Scritti da Rodolfo Dal Canto

Altri articoli da Rodolfo Dal Canto
Torna su