Asadora! #1 (Naoki Urasawa)

Asadora! #1 (Naoki Urasawa)
Asadora!, il nuovo manga di Naoki Urasawa, esordisce con una narrazione al cardiopalma che non permette mai di abbassare l'attenzione e presenta una giovane protagonista carismatica a cui sin da subito il lettore si affeziona.

asadora cover2020: in una Tokyo che si appresta a vivere le olimpiadi, nelle fiamme in un incendio fra gli edifici spunta la sagoma di un kaiju, mostri giganti della filmografia fantascientifica giapponese, il più iconico dei quali è certamente Godzilla.
1959: nel porto di Nagoya una ragazzina, nel pieno di una bufera, si reca da un dottore per chiedere assistenza per sua madre che sta dando alla luce un bambino.
nel suo nuovo manga Asadora! getta le basi per un racconto che è in linea con lo stile e la qualità delle sue opere precedenti.
È impossibile non rivedere nella mostruosa figura in apertura la gigantesca ombra che campeggiava nelle prime pagine di 20th Century Boys (anche questa, opera legata alle olimpiadi di Tokyo del 1964); oppure non rintracciare il gusto retrò per l’immaginario cartoonesco degli anni ’60 presente nelle opere fittizie di Kevin Yamagata, protagonista di Billy Bat (del resto il nome stesso dell’opera, Asadora!, è un omaggio a un classico contenitore televisivo giapponese che ogni mattina trasmette telefilm con protagoniste giovani eroine).
Una delle novità più interessanti in questo manga è l’introduzione della tematica del volo: Urasawa avvia una riflessione a cavallo fra libertà e riscatto personale e sul concetto di cosa significhi essere un eroe nel pilotare un aereo, in particolare in un contesto di guerra; questa idea/sogno del volo, viene condivisa anche da alcuni altri maestri giapponesi, su tutti Hayao Miyazaki.
I disegni, per i quali Urasawa ha voluto curare stavolta in larga parte anche gli sfondi, sono in piena linea con il linguaggio sinora sviluppato dall’autore: rotondi, realistici, puliti e attenti nella resa delle espressioni dei personaggi.
Asadora! prende un avvio certamente sorprendente e che invoglia a proseguire la lettura.

Abbiamo parlato di:
Asadora!
Naoki Urasawa
Traduzione di Manuela Capriati
, ottobre 2020
208 pagine, brossurato, bianco e nero – 7,50 €
asadora color

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su