Anteprima di Anomalia, edito da Mojo Autoproduzioni

Anteprima di Anomalia, edito da Mojo Autoproduzioni
Il giovane collettivo toscano presenta in occasione di Lucca Comics 2017 il suo primo antologico "Anomalia - Storie di mostruosità moderne".

Il mondo delle autoproduzioni continua a fornire piacevoli sorprese per tutti gli appassionati, ampliando l’offerta senza perderne in qualità.
Il collettivo Mojo Autoproduzioni è una nuova realtà, nata tra i banchi della Scuola Internazionale di Comics e che all’interno della cornice fornita dalla Self Area di Lucca Comics 2017 presenterà il suo primo antologico intitolato “Anomalia – Storie di moderna mostruosità“, contenente ben 7 storie brevi autoconclusive.
A seguire trovate una corposa anteprima del volume, copertina compresa, e il comunicato stampa del collettivo .

 

Mojo Autoproduzioni: benvenuti nella giungla

Il collettivo ha preso forma inizialmente grazie ad Antonio Marino e Jacopo Piergentili, tra i banchi della Scuola Internazionale di Comics di Firenze; la chiamata si è poi allargata ad amici e principalmente compagni di classe ed oltre ai due sopracitati comprende ora anche Alessandra Marsili, Diletta Pasquini, Giulio Ferrara, Genny Ferrari, Luca Testi, Marino Resta, Michelangelo Tani e Nicolò Tofanelli. Questi saranno gli autori che si vedranno maggiormente stampati, ma l’idea è che il Mojo possa diventare anche un trampolino di lancio per altri autori di fumetti, illustratori e, perché no, animatori. Come si può notare dal primo antologico, ogni autore ha uno stile proprio ben delineato e questo è un fondamento importante per il collettivo, il cui scopo principale è avere la possibilità di raccontare di tutto attraverso forme ed espressioni diverse, dal tradizionale al digitale, dalle chine agli acquerelli. Il nome del collettivo viene dalla cultura Hoodoo, la parola ha origine africana ed è ricollegabile al mojuba (amuleto magico, preghiera di lode e ringraziamento), poi entrata nella lingua inglese come termine per la libido nel linguaggio del blues e del rock-and-roll; il logo invece lo ha creato il nostro grafico (che indovinate un po’, è uno dei fumettisti, Jacopo Piergentili) e rappresenta a pieno l’idea alla base del gruppo, dove la scimmia è soltanto una fra le migliaia di creature che popolano la giungla; così è per gli artisti del Mojo, stesso habitat, diverse specie. Per “Anomalia – Storie di mostruosità moderne” la scelta è stata quella di destabilizzare i classici lettori di autoproduzioni; potrete trovare all’interno storie che affrontano dei temi ben precisi legati al titolo dell’opera ma che utilizzano generi letterari differenti; abbiamo l’horror, il thriller ma anche la commedia e il dramma; il tutto incorniciato alla perfezione dalle geniali illustrazioni del maestro Marino Resta (andate a vedervi le proiezioni della sua mente sulla sua pagina facebook “Il mantra della medusa”). Per il futuro abbiamo in cantiere l’antologico per il prossimo anno e qualche progetto di autori singoli; continuate a seguire il collettivo e ne vedrete delle belle. Potete trovare Anomalie dal 1° al 5 Novembre a Lucca Comics in Self Area, sotto lo stand di Double Shot, associazione culturale pluripremiata che ha scelto di accoglierci sotto il loro marchio.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su