Allison Mack, la Chloe di “Smallville”, arrestata per reati sessuali

Allison Mack, la Chloe di “Smallville”, arrestata per reati sessuali
L'attrice di Smallville, arrestata dall'FBI per il coinvolgimento in una presunta rete di sfruttamento e schiavitù sessuale.

L’attrice Allison Mack, nota per avere interpretato il ruolo di Chloe Sullivan nel serial Smallville, è stata arrestata nella giornata di ieri con le accuse di traffico sessuale, cospirazione per traffico sessuale e altri reati. La Mack è stata incriminata assieme a Keith Raniere, il presunto leader di un gruppo di auto-aiuto e autore di un presunto schema piramidale per fare funzionare una società ombra di schiave femminili.

Se condannata, l’attrice dovrà scontare una condanna di 15 anni di carcere. La Mack avrebbe creato un programma denominato The Source, che reclutava attori, specialmente donne, che sarebbero poi stati abusati sessualmente.

Raniere avrebbe creato una società segreta all’interno della sua compagnia di auto-aiuto Nxivm chiamata DOS, un acronimo per una frase latina che si traduce liberamente in “Signore/Maestro delle Compagne obbedienti”, secondo quanto riferito dall’ufficio del procuratore degli Stati Uniti. Gli investigatori ritengono che la Mack e altri “maestri” del DOS abbiano reclutato schiavi dicendogli che si stavano unendo a un’organizzazione di sole donne che li avrebbe potenziati e “sradicato presunti punti deboli che il curriculum di Nxivm insegnava fossero comuni nelle donne”.

L’indagine è stata avviata dall’FBI, assistita dalla polizia di New York e dall’ufficio del procuratore generale dello stato di New York.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su