Allegria di naufragi: Parini nel surrealismo di La Rosa

Allegria di naufragi: Parini nel surrealismo di La Rosa
Davide La Rosa realizza il terzo capitolo del suo “La Rosa universe” per Saldapress, riprendendo la figura di Giuseppe Parini e coniugandola con il tema fantascientifico.

Parini_cover_brossurato_variant_LOW_Recensioni

Il La Rosa Universe è un progetto del fumettista che va a recuperare vari autori e personaggi storici riscrivendoli all’interno di una saga fantastica nel suo stile umoristico e, nel disegno, assolutamente minimalista.

Il primo capitolo è stato dedicato a Ugo Foscolo, “indagatore dell’incubo” come Dylan Dog, alle prese con la classica invasione zombie; con Leopardi e Ranieri detective dell’impossibile si è andati dalle parti della fiction “esoterica”, sul modello di Martin Mystere, andando a scoprire un complotto più vasto dietro il tema orrorifico del primo albo. Nonostante il rimando ai generi avvenga tramite una citazione bonelliana, e nonostante alcune somiglianze stilistiche nella griglia italiana e nelle situazioni narrative, La Rosa rivendica l’autonomia del progetto da tali riferimenti.

Questo nuovo capitolo del La Rosa Universe va a toccare quindi un terzo autore del canone letterario, una figura ancora meno pop: Giuseppe Parini (non a caso, il suo potere è che nessuno si ricorda di lui).

Lo stile narrativo complessivo resta lo stesso, e la continuity con i due precedenti capitoli rimane stringente; ma questa volta, come evidente, il riferimento è alla fantascienza. Il poeta è infatti definito “naufrago delle stelle”, e la copertina – disegnata da Gianluca Pagliarani e colorata da Samuel Spano – richiama la prima di Nathan Never.

parini_Recensioni

In questo modo si accentua ancora la distanza surreale tra i due elementi che vengono accomunati: la storia inizia con alcune vignette che rimandano al celeberrimo intro di Star Wars, ma riportando alcuni versi di Parini stesso, che risultano così particolarmente stranianti.

Si prosegue quindi in linea con i presupposti fantascientifici introdotti: il poeta subisce un rapimento alieno, dopo il quale riceve la sua missione. Segue un viaggio per un assurdo universo, dove non mancano citazioni lynchiane (un leitmotiv di tutta la serie, e di molta produzione di La Rosa, a partire dal titolo del suo blog Mulholland Dave) e di Cuneo – rimando a Totò – che svolge un ruolo piuttosto importante nella trama.

parini2_Recensioni

Assistito dalla testa volante di Robespierre, l’illuminista milanese si trova a ricostruire un quadro sempre più chiaro dell’azione della tentacolare organizzazione degli antagonisti, a metà tra la Spectre e gli Uomini in Nero mysteriani. Il loro piano diviene sempre più evidente nella sua natura oscurantista e anti-illuministica, fino a condurre al colpo di scena finale che prepara il capitolo conclusivo della serie, e il relativo letterato protagonista. Insomma, la trama avventurosa ha qui un ruolo importante, a scapito del puro nonsense che caratterizza molti dei lavori comici di La Rosa.

La griglia adottata è di tipo italiano, con tre strisce solitamente divise in due o tre vignette, e una gabbia a mattoncino simile a quella bonelliana, interrotta ogni tanto dall’uso di qualche splash page ad effetto. Il segno, ovviamente, è quello minimale a cui La Rosa ha da tempo abituato il suo pubblico; eppure riesce ad essere efficace non solo nel portare avanti la narrazione, ma anche a introdurre qualche elemento genuinamente inquietante pur nel grado zero del segno che l’autore persegue. Un colpo di scena apre allo scontro finale tra illuminismo e oscurantismo, nel quarto volume coerentemente intitolato Ballo Excelsior, il grande spettacolo teatrale della fiducia positivista nel XX secolo.

Nel complesso, quindi, un’opera che pare superare il puro umorismo demenziale legato più alla precedente produzione online di La Rosa, cercando di applicarne la formula, opportunamente adeguata, alla dimensione del romanzo a fumetti.

Abbiamo parlato di:
Giuseppe Parini naufrago delle stelle
Davide La Rosa
Saldapress, 2018
152 pagine, brossurato, bianco e nero – 12,50 €
ISBN: 9788869193286

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su