Le ricorrenze del pi day

Fox Trot di Bill Amend

Fox Trot di Bill Amend

Oggi, 14 marzo, è il giorno del pi greco, ovvero il meglio noto pi day. Tutti i matematti (gli appasionati di matematica, professionisti e non) del mondo hanno festeggiato o stanno festeggiando la ricorrenza, scelta per il 14 marzo visto che 14 sono le prime due cifre decimali del pi greco mentre 3, che è l’ordinale del mese, è la cifra prima della virgola.
Il valore del pi greco, infatti, noto con una non troppo buona approssimazione già nell’antico Egitto, è di 3.14 (e altre cifre decimali: al momento siamo arrivati a un trilione o qualcosa di più, se non ricordo male!) e la sua prima misura accurata risale ad Archimede. Non è solo la precisione del valore proposto dal matematico siracusano a stupire, ma anche il metodo utilizzato, che suggerisce una conoscenza dell’infinitamente piccolo ben superiore rispetto ai suoi colleghi dell’epoca.
I matematti italiani, però, hanno festeggiato il pi greco con la 95.ma edizione del Carnevale della Matematica, una rassegna di post matematici ospitata dal sottoscritto sul suo piccolo blog scientifico.
Il pi day, però, non è la sola ricorrenza di questa giornata: ad esempio il 14 marzo del 1864 nacque Jozef Kurschark, matematico ungherese noto per i suoi lavori sulla trigonometria e per la teoria della stima.
Sempre il 14 marzo si festeggia Lyudmila Vsevolodovna Keldysh matematica russa nata nel 1904 nota per i suoi lavori nella teoria degli insiemi e in topologia.

master_space_time

Ma soprattutto è il compleanno di Albert Einstein, classe 1879, fisico teorico noto soprattutto per la teoria della relatività, che si suddivide in speciale e generale. In particolare di quest’ultima si è festeggiato lo scorso anno il centenario della sua formulazione definitiva. A proposito di questa ricorrenza ho fatto una chiacchierata con Davide Michielin, in particolare concentrandomi sugli aspetti fumettistici della figura di Einstein: