Canta, Merlino!

Canta, Merlino!

A voler essere pignoli, il 121122.mo verso della poesia gaussiana del Sommo Popinga (alias Marco Fulvio Barozzi) è

canta, merlino

Non sono, però, riuscito a resistere alla tentazione di far interpretare il verso a Re Artù e al Mago Merlino, vestito con una tunica matematica!
Il motivo è semplice: la prossima edizione del Carnevale della Matematica, la 121.ma per la precisione, verrà ospitata sulle pagine del Caffé del Cappellaio Matto. E visto che l’edizione che avevo ospitato qui sopra, la 99.ma nel lontano 14 luglio 2016, era dedicata ai fumetti, su cui scrissi in lungo e in largo, ho pensato bene di cambiare leggermente, ma non troppo, da quel tema, proponendo

La matematica e l’arte visuale

Ovviamente l’interpretazione del tema da parte dei matematti è sempre libera ((Ovviamente per i contatti via e-mail valgono le regole già indicate nel 2016)), ma mi farebbe piacere che qualche artista mi segnalasse qualcuna delle sue opere. In questo caso potete contattarmi entro il 12 su twitter o instagram, con messaggio pubblico e non privato, che poi decido io quali immagini inserire nel Carnevale del 14 ottobre 2018.

P.S.: potete vedere la scenetta in alta risoluzione su deviantart