“Adele”, il bello di essere crudele

“Adele”, il bello di essere crudele
Adele Crudele è un elogio dell’anticonformismo travestito da geniale crudeltà, perché il mondo sarebbe noioso se nessuno avesse idee strane e un po' pazze.

Adele-Crudele_1Crudele un sol momento, crudele tutto il tempo!” è il titolo del primo romanzo dedicato ad Adele Crudele (Mortelle Adèle), ovvero la bambina geniale e dotata di “crudelitudine”, creata da Mr. Tan (al secolo lo scrittore Antoine Dole) e illustrata prima da Miss Prickly e poi da .

Dopo aver realizzato nel corso degli anni numerosi libri a fumetti di genere young adults, arrivando ad un totale di 1386 pagine, Dole ha scelto di cimentarsi questa volta anche sul terreno della narrativa scritta, realizzando questo breve romanzo. Con una storia che vede Adele alle prese con la sua ultima invenzione – un rivelatore di crudelitudine – progettata per cercare altri bambini come lei, affrontando le buffe conseguenze che l’uso della macchina innesca tra casa e scuola, Dole mantiene intatta la dimensione e i toni che hanno reso il suo personaggio (creato all’età di 14 anni, verso la metà degli anni ‘90) un successo editoriale in Francia e poi nel resto dell’.

Gli ingredienti sono sempre gli stessi, ma usati con freschezza ed inventiva, basandosi sulla natura ribelle, sarcastica e sottilmente sadica della protagonista, contrapposta al rassicurante mondo dei bambini. Come per i volumi a fumetti, le avventure di Adele – alle prese con casa, famiglia, scuola e rapporti con gli adulti – sono raccontante con un tono canzonatorio, in bilico tra tenerezza e un humor nero e iconoclasta verso le regole e le consuetudini sociali, spesso infrante dai mezzi eccessivi di Adele per conseguire i suoi scopi.

I testi del libro sono arricchiti sia da un uso giocoso dei font del testo, che mutano di dimensione, colore e tipologia di carattere a seconda dell’umore o dell’entusiasmo della piccola protagonista, sia anche dalle illustrazioni di , alternate a ogni 4-5 pagine di testo e caratterizzate da energici toni caricaturali, con chiare influenze grafiche dei manga.
Tra le righe di un racconto vivace e narrato in prima persona, l’autore inserisce anche argomenti delicati come la solitudine che può toccare i bambini oppure le meccaniche dell’amicizia infantile basata anche sul riconoscere caratteri affini oppure, viceversa, sentirsi non capiti dagli altri e di conseguenza isolati nelle proprie singolarità.

Che sia una sincera voglia dell’autore di esprimersi con un formato narrativo diverso oppure una semplice questione di marketing, giudichiamo questo libro come un’iniziativa sicuramente costruttiva nell’invitare i giovani(ssimi) lettori di Adele ad affrontare una lettura più impegnativa come quella scritta rinunciando, in parte, al linguaggio più immediato e fruibile del fumetto. Il risultato finale è divertente, rivelando un sottile ed ironico elogio della diversità e dell’anticonformismo, perché è bello essere sé stessi e non uniformarsi agli altri oppure il mondo sarebbe terribilmente noioso.

Abbiamo parlato di:
Adele Crudele – Crudele un sol momento, crudele tutto il tempo!
,
Traduzione di Caterina Ramonda
BeccoGiallo, 2021
96 pagine, brossurato, colori – 11,00 €
ISBN: 9788833141961

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su