Addio a Len Wein, papà di Swamp Thing e Wolverine

Si è spento domenica 10 settembre, all'età di 69 anni, Len Wein, creatore di numerosi personaggi Marvel e DC Comics.

Addio a Len Wein, papà di Swamp Thing e WolverineÈ stato il creatore di personaggi del calibro di Swamp Thing (con Bernie Wrightson) e di Wolverine (insieme a John Romita Sr e Herb Trimpe), colui che ha rilanciato gli X-Men (insieme a Dave Cockrum) con Giant-Size X-Men #1 del 1975, aprendo di fatto la cavalcata trionfale mutante di Chris Claremont degli anni a venire. È stato l’editor di un capolavoro fumettistico quale Watchmen di Alan Moore e Dave Gibbons.

Domenica 10 settembre, all’età di 69 anni ci ha lasciato , uno dei più importanti scrittori ed editor statunitensi, tanto da essere incluso nel 2008 nella Will Eisner Comic Book Hall of Fame.
Wein, nato a New York da una famiglia ebrea il 12 giugno 1948, ha iniziato la sua carriera alla DC Comics insieme al suo amico Marv Wolfman e il primo lavoro da professionista è stato su Teen Titans #18 del 1968, albo nel quale i due autori crearono Red Wolf, il primo supereroe sovietico della casa editrice.

Essendo un free-lancer, in questi primi anni di carriera, Wein lavora indistintantamente per DC Comics e Marvel, facendo la spola tra le due case editrici. Nel1971, sull’albo The House of Secrets #92 dà vita a Swamp Thing insieme a Bernie Wrightson, con il quale tra il 1972 e il 1976 gestisce la testata dedicata al mostro della palude della DC Comics.
Nel 1975 è l’autore dietro il rilancio dei mutanti della Marvel Comics e in Giant-Size X-Men #1 crea, insieme a Dave Cockrum, personaggi come Nightcrawler, Tempesta e Colosso, oltre a Wolverine fatto esordire sulle pagine di The Incredible Hulk.

Alla fine degli anni ’70, a causa di un dissidio con i vertici della Marvel, Lein Wein ritorna alla DC Comics dove oltre al ruolo di scrittore, inizia a ricoprire anche quello di editor, lavorando su miniserie come Camelot 3000 e soprattutto su Watchmen.
Gli anni ’90 e i primi del nuovo millennio vedono l’autore impegnato nel campo dell’animazione.

Len Wein è stato sposato con Glynis Oliver, storica coloratrice delle testate mutanti per molti anni. Nel 2009, la casa californiana dove l’autore abitava con la seconda moglie è stata distrutta da un incendio, nel quale Wein ha perso numerosi dei riconoscimenti che gli erano stati tributati negli anni.
Negli ultimi anni l’autore ha sofferto di problemi cardiaci, culminati nel 2015 in un intervento chirurgico in cui gli è stato impiantato un quintuplo bypass.
Domenica 10 settembre la DC Comics ha pubblicato sul proprio sito un ricordo dell’autore e numerosi sono stati i tweet e le manifestazioni di cordoglio di vari suoi colleghi.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio