Il 5 Febbraio Shockdom pubblica Greedy Flower 5

Il 5 Febbraio Shockdom pubblica Greedy Flower 5
Shockdom pubblicherà il 5 Febbraio Greedy Flower 5, il penultimo capitolo della saga manga-horror disegnato e sceneggiato interamente da Alessandra Alyah Patanè.

Comunicato Stampa

pubblicherà il 5 Febbraio Greedy Flower 5, il penultimo capitolo della saga manga-horror disegnato e sceneggiato interamente da Alessandra Alyah Patanè e che ha conquistato i lettori grazie all’intrigante combinazione fra lo stile manga e la storia dai toni cupi e violenti.

greee

Sinossi: Keo è un bambino guidato da entità malvagie che si cibano di anime umane, chiamati Robo. Durante la sua missione incontra la misteriosa Moo con il suo robo-gatto Bastet. Keo si oppone alla propria missione rimanendo intrappolato nella sua mente. Nel frattempo Jeko, apparentemente un loro nemico, si rivela invece l’unico a conoscere e voler proteggere il passato di Moo. Sfortunatamente non riesce a salvare in tempo la piccola che perde la vita sprigionando il pericolosissimo essere custodito dentro di sé: Nekrobo.

L’autrice dichiara: “Vedere che la serie di Greedy Flower va avanti con il supporto e l’impegno di Shockdom e dei suoi lettori mi riempie d’orgoglio e allo stesso tempo mi sprona a dare il meglio (del peggio) di me per non deludere mai chi si aspetta grandi cose da questo fumetto. Il quinto volume parte da un punto di non ritorno, da una chiave di volta finita nel volume precedente e impegnata a chiudere tutte le porte aperte e sfondare quelle sigillate. La trama percorrerà una graduale discesa verso la conclusione che metterà me e lo stesso lettore a dura prova! In questo particolare volume si inizierà a vedere un gruppo affiatato, unito per la stessa causa e dedito a ricucire la ferita che ha dilaniato per secoli il mondo e i suoi abitanti: il regno dei Robo.”

“Alyah è una delle autrici Shockdom più amate dal pubblico” racconta Lucio Staiano, Fondatore e Responsabile di Shockdom, “E Greedy Flower una storia che ormai da anni appassiona per il suo stile, che associa a uno stile grafico quasi “puccioso” una storia invece molto forte, intensa e violenta. Sono orgoglioso di pubblicare il lavoro di Alessandra e quasi dispiaciuto che questo bellissimo fumetto stia arrivando all’epilogo.”

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su