Tavole originali di Giorgio Cavazzano al Carrara Show

Tratte da “Uomini, topi ed eroi”, la più aggiornata e completa monografia dedicata a Cavazzano che sarà presentata a Carrara accompagnata da 80 tavole.

Comunicato Stampa

, un mito dell’illustrazione italiana e internazionale, sarà uno dei protagonisti di che, oltre aTavole originali di Giorgio Cavazzano al Carrara Show prevedere incontri con i fan del maestro in spazi dedicati, ospiterà una sua personale, forse la più ampia mai tenuta, che ripercorre la sua intera carriera. La mostra, con dodici tavole originali del volume “Uomini, topi e altri eroi” sarà arricchita da altre ottanta tavole del maestro accompagnata da un catalogo, realizzato da Comic Out appositamente per Carrara Show e in vendita durante il salone.

È un’opportunità che gli appassionati coglieranno sicuramente perché permetterà non solo di ammirare pezzi unici ma anche di avvicinare un vero maestro dell’illustrazione. L’Italia è stata la prima nazione, dopo gli Stati Uniti, a realizzare racconti a fumetti con i personaggi Disney e fin dagli anni Trenta del secolo scorso disegnatori e sceneggiatori del nostro paese hanno realizzato storie a soggetto disneyano che continuano a riscuotere grande successo in tutto il mondo. Fra i tanti che si sono cimentati con paperi e topi, nessun altro autore ha avuto maggiore influenza, negli ultimi decenni, di Giorgio Cavazzano.

Nato a Venezia nel 1947 ha fatto apprendistato negli anni Sessanta realizzando le chine per le tavole di un altro maestro nato nella città lagunare, Romano Scarpa. Le sue prime “matite” sul settimanale Topolino appaiono nel 1967, con “Paperino e il martello a singhiozzo” e, da allora, il suo tratto ha influenzato innumerevoli artisti “disneyani” non solo in Italia ma anche in tutta Europa e negli Stati Uniti.

Oggi è il copertinista per eccellenza del settimanale in occasione di eventi celebrativi, e l’artista d’elezione in storie “speciali” come l’adattamento di Novecento, monologo teatrale di Alessandro Baricco, apparso nel 2008 su Topolino con la sceneggiatura di Tito Faraci e nel 1998 è stato tratto il film, La leggenda del pianista sull’oceano, per la regia di Giuseppe Tornatore.
Oltre a dedicarsi ai personaggi Disney, Cavazzano ha collaborato con i più importanti sceneggiatori italiani. Fra tutte le sue creazioni, sono da sempre ricordate con affetto dagli appassionati le avventure di una sgangherata coppia di detective, Altai e Johnson, realizzata per il Corriere dei Ragazzi assieme a Tiziano Sclavi, papà di Dylan Dog, e della quale ricorrono i quarant’anni.

Sempre con Sclavi, ma per la tedesca Zack ha creato nel 1979 il personaggio di Silas Finn, giovane avventuriero del vecchio West, al quale ha poi lavorato anche lo sceneggiatore francese Francois Corteggiani. Risale a quegli anni l’inizio di una fitta serie di collaborazioni con riviste europee, come la francese Pif gadget, per la quale rivitalizza i personaggi della serie principale. Infine, vale la pena di citare l’incursione nel mondo dei super-eroi Marvel, con “Il segreto del vetro”, avventura dell’Uomo Ragno ambientata a Venezia, sempre per i testi di Tito Faraci.

Info www.carrarashow.it

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio