Argomenti: /

Spawn e Blumhouse, gli Incredibili verso la Cina

Spawn e Blumhouse, gli Incredibili verso la Cina
In questa puntata di Nuvole di Celluloide, una analisi del prossimo reboot cinematografico di Spawn targato Blumhouse, e le strategie Disney/Pixar dentro e fuori gli Stati Uniti per "Gli Incredibili 2"

Con l’annuncio ufficiale della scelta dell’attore come protagonista del nuovo film di Spawn, il progetto di riportare sul grande schermo il personaggio creato da Todd McFarlane prende finalmente forma, mettendo così fine a una lunghissima gestazione fatta di annunci, smentite e rinvii che hanno coperto gli ultimi quasi 20 anni.
Il nuovo reboot cinematografico del personaggio parte da alcune premesse che vanno analizzate nel dettaglio.

Innanzitutto, la scelta della Blumhouse come società a cui affidare la produzione della pellicola da parte di McFarlane conferma il momento d’oro e la popolarità di cui gode questa società. Fondata nel 2000 da Json Blum, la Blumhouse è stata negli ultimissimi anni al centro dell’attenzione per numerosi successi, tra cui sono da ricordare Whiplash, The Reader – A voce alta ma soprattutto produzioni di film horror/thriller quali Insidious, La notte del giudizio, Ouija e soprattutto Get Out – Scappa.
Per quanto riguarda le pellicole di genere horror, la particolarità della strategia messa in campo da Blumhouse è quella di puntare su produzioni a low budget, riuscendo al tempo stesso però a concentrare sullo stesso progetto talento e professionalità indiscutibili che hanno fatto sì che molte di queste produzioni diventassero dei successi al botteghino, attirando anche l’attenzione della critica e di una fetta più ampia di pubblico, così come è accaduto con Get Out – Scappa, che ha ottenuto ben quattro nomination agli Oscar.

Il progetto su Spawn è comunque ancora difficile da decifrare, visto il coinvolgimento come regista dello stesso McFarlane (al suo debutto in questa veste), che potrebbe alla fine risultare una sorpresa ma anche essere un danno per il film vista l’inesperienza del famoso fumettista in questo campo.

C’è anche un altro punto di vista che va considerato, e che riguarda la possibilità che Spawn possa in qualche modo ripetere il successo di Black Panther, in quanto vede protagonista un attore afroamericano. In un interessante articolo apparso nei giorni scorsi su The Hollywood Reporter, Richard Newby analizza i fattori che potrebbero portare la Blumhouse a evidenziare temi già visti in Get Out – Scappa, facendo del film sull’antieroe infernale un altro magnete per il pubblico di colore negli Stati Uniti.

Blumhouse, con l’uscita di Get Out e il suo rapporto con lo sceneggiatore e regista Jordan Peele, ha mostrato un chiaro interesse nell’affrontare temi che vanno oltre i tradizionali horror. Mentre la compagnia continua a rilasciare molti film horror tradizionali, il suo rapporto con Peele e i film Purge, sempre più carichi di sangue, mostrano uno studio che non solo riconosce la sua audience horror nera, ma anche la sua capacità di esplorare la razza in un modo che poche altri compagnie di produzione horror mainstream stanno facendo. Mentre non c’è conferma che Spawn affronterà direttamente questi temi, la presenza di Foxx suggerisce certamente che il film non permetterà al pubblico di dimenticarlo. Foxx ha spesso ricercato ruoli o titoli di caratura razziale che hanno contribuito a ridefinire il nero sullo schermo attraverso film come Collateral, Ray e Django Unchained. Perfino disavventure come White House Down o The Amazing Spider-Man 2 hanno fornito un modo a Foxx per staccarsi da certe aspettative che derivano dall’aver gettato un uomo di colore in un ruolo tradizionalmente bianco. Non c’è dubbio che troverà un modo per fare una dichiarazione attraverso Spawn.

Mentre molti studios rivali cercheranno sicuramente di replicare il successo dei Marvel Studios con , e alcuni potrebbero riuscirci mentre altri falliranno, Spawn ha tutti i requisiti per un film che amplia le aspettative dei film a fumetti a guida nera. Mentre il film della Marvel ha attinto al sogno di una nazione e di una monarchia a guida nera, Spawn ha la possibilità di attingere alle rovine urbane che esistono per le strade dell’America, rompendo i generi del passato e le presunte barriere del supereroe. Forse, dato l’attuale clima politico dell’America, è il momento per un supereroe nero di non giocare pulito. Anche se potrebbe non essere sempre una bella vista, il mondo di McFarlane è necessario per dimostrare perché Spawn non appartiene solo agli anni ’90.

Spawn e Blumhouse, gli Incredibili verso la Cina

Nei giorni scorsi Walt Disney Pictures e hanno annunciato che Gli Incredibili 2, l’attesissimo sequel diretto da , uscirà in Cina il prossimo 22 giugno. Una notizia che fa ben sperare per il debutto al box office della pellicola, che, come ricordato da alcuni addetti ai lavori, metterà piede in un paese molto diverso da quello del 2004, anno di uscita del primo capitolo.

14 anni dopo che l’originale “Gli Incredibili” ha colpito il grande schermo diventando un classico istantaneo, il sequel entrerà in un paesaggio espositivo cinese molto diverso. Nel 2004, quando il miracolo economico cinese stava appena iniziando a crearsi, il botteghino totale nella nazione più popolosa del mondo era di 180 milioni di dollari. L’anno scorso, le vendite di biglietti ammontavano a 8,6 miliardi di dollari – ha scritto a proposito The Hollywood Reporter – La differenza di guadagni tra “Gli Incredibili” e il suo seguito rifletteranno senza dubbio questa crescita. In Cina, l’animazione aveva già sottoperformato in precedenza, ma negli ultimi anni i titoli più importanti sono stati ampiamente accolti dal pubblico di tutte le età. “Gli Incredibili” hanno guadagnato circa 2,4 milioni nel 2004. Nel 2016, “Zootopia” della Disney Animation (235,6 milioni) è stato il film di Hollywood con il maggior incasso dell’anno in Cina, e “Coco” ha guadagnato 189 milioni l’anno scorso.

Per la pellicola targata Disney/Pixar si prevede quindi un esordio molto forte dal punto di vista economico in Cina, che si va a sommare alle previsioni per un ottimo debutto negli Stati Uniti, al momento valutato sui 140 milioni di dollari nei primi tre giorni di programmazione.

Intanto, la Disney continua a costruire il denso merchandise che accompagnerà la pellicola nelle sale USA, anche attraverso iniziative speciali. Nei giorni scorsi, la major e Asics hanno reso noto una collaborazione per una campagna di fitness cross-mediale, con una collezione di calzature per celebrare l’uscita del sequel.
La nuova campagna presenta una serie di video di “super-allenamento” di Asics che includono esercizi di forza, allungamento, equilibrio e velocità e celebrano i poteri unici dei personaggi di Incredibili 2. Ogni video presenta Asics FrontRunners, gli ambasciatori del movimento per incoraggiare le famiglie a visitare i loro negozi per ricevere premi, inclusi certificati e incentivi su prodotti esclusivi.
Per celebrare l’evento, i flagship store Asics in tutta Europa ospiteranno una serie di attivazioni in-store, a partire da luglio. Asics presenterà inoltre una scarpa Disney · Pixar Incredibles 2 x Asics in edizione limitata, che presenta cinque scarpe da corsa personalizzate per tutta la famiglia.

Spawn e Blumhouse, gli Incredibili verso la Cina
Disney Consumer Products ha inoltre stretto un accordo con Jumbo Games per una raccolta di puzzle per bambini ispirati a Gli Incredibili 2.
Ogni puzzle presenta rappresentazioni colorate del team di supereroi tra cui Bob, Helen, Violetta, Flash e altro ed è disponibile in un formato da 100 e 200 pezzi.

Siamo entusiasti di aver lanciato questi nuovi puzzle di “Gli Incredibili 2” per bambini – ha affermato Steven Russell, marketing manager di Jumbo Games – Questo film è atteso da molto tempo e siamo certi che la nostra offerta sarà perfetta per i giovani fan e sarà una grande aggiunta per i nostri rivenditori.

Spawn e Blumhouse, gli Incredibili verso la Cina

Altra collaborazione è invece quella con Freshly Picked, che ha realizzato una linea di mocassini basati sulla pellicola diretta da Brad Bird.Ogni mocassino presenta due stili colorati: una versione rossa decorata con il logo “Incredibles” sulla punta e i volti dei cinque membri della famiglia Parr sul tallone; e una coppia bianca con una stampa in stile fumettistico dei personaggi.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio