Slobo & Golem di Pagani e Caluri disponibile in libreria

L'irriverente duo del fumetto italiano composto da Emiliano Pagani (sceneggiatore) e Daniele Caluri (disegnatore) torna in libreria con Slobo & Golem

Comunicato Stampa

SLOBO& GOLEM LA COPPIA DI KILLER PIÙ POLITICAMENTE SCORRETTA  DEL FUMETTO ITALIANO ARRIVA IN LIBRERIA!

Slobo & Golem di Pagani e Caluri disponibile in libreria

Hanno conquistato i lettori con Don Zauker e stregato il pubblico dell’edicola con Nirvana. Ora l’irriverente duo del fumetto italiano composto da (sceneggiatore) e (disegnatore) torna in libreria con il primo volume della collana spin-off Nirvana Leaks, dedicato a Slobo & Golem. Il volume racconta le origini dell’amicizia della coppia di killer più spietata, improbabile e politicamente scorretta della storia. Vagamente ispirati ai personaggi di Pulp Fiction Vincent Vega e Jules Winnfield, i protagonisti di questa storia odiano la violenza gratuita e per questo si fanno pagare!

Slobo e Golem sono due spietati sicari al soldo del boss del crimine Carlos “Occhionero” Ronson. Insieme formano una perfetta macchina di distruzione, mutilazione, tortura e umiliazione.

Nelle pagine di questo numero i lettori scopriranno dove il loro rapporto affonda le radici e verranno catapultati in Bosnia, anno 1995, quando Fausto Borchioni (Golem) viene incaricato di seguire Slobo nella ricerca della sua famiglia. È così che i due scoprono di essere una coppia micidiale che, tra aneddoti assurdi e battute ad alto tasso di satira, accompagna il lettore dalla storia alle rubriche d’appendice. Approfondimenti fondamentali per comprendere concetti importanti come le regole del Codice di virilità maschile o semplicemente per scoprire il metodo più efficace per “eliminare” i contatti inutili su Facebook.

Apparsi per la prima volta tra le pagine di Nirvana, serie a fumetti di Pagani e Caluri pubblicata da dal 2011 al 2015, Slobo e Golem diventano protagonisti della prima incarnazione dello spin-off Nirvana Leaks, il cui secondo volume è atteso per l’autunno del 2017.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio