Sheltered – Prima dell’apocalisse vol. 2 (Brisson, Christmas)

Il secondo volume di Sheltered prosegue nell’unico modo plausibile: con una violenza spietata, disperata, che conduce tutti sull’orlo del baratro.

Sheltered – Prima dell’apocalisse vol. 2 (Brisson, Christmas)Paranoia, fobie, lotte intestine. Una violenza che coinvolge tutti e sovrasta ogni scenario. Tra i giovani sopravvissuti dell’isolata comunità di Safe Haven, che avevano dovuto sopprimere i propri genitori per non condividere con loro i beni primari, piomba un trio di uomini in furgone.
L’introduzione di personaggi esterni permette al lettore di osservare con maggior distacco le dinamiche di un gruppo sempre più orientato verso un destino irreversibile. E questo non tanto per l’impalpabile apocalisse a venire, quanto per l’incapacità nel gestire situazioni estreme, assurde e fuori controllo. Lo sceneggiatore riesce a rendere ancora più pungente e incalzante questa serie Image in cui nessuno sembra potersi salvare.
Con l’incremento della crudeltà dei protagonisti e della concitazione delle situazioni, aumenta di pari passo anche la complessità delle tavole di Johnnie Christmas, anch’egli decisamente più a suo agio rispetto al volume precedente, che studia soluzioni visive alquanto efficaci. È ancora l’espressività dei volti a farla da padrone, con sguardi intensi e rivelatori, mentre i corpi in alcune movenze risultano un po’ legnosi e meno accurati.
I volumi centrali di alcune miniserie possono non convincere se presi singolarmente, ma non è il caso di Sheltered che riesce a dimostrarsi, ancor prima della terza e ultima parte, una lettura contemporanea e  piena di spunti.

Abbiamo parlato di:
Sheltered – Prima dell’apocalisse vol. 2
Ed Brisson, Johnnie Christmas
Traduzione di Marilisa Pollastro
saldaPress, Novembre 2015
128 pagine, brossurato, colore, € 14,90
ISBN: 9788869190377

Sheltered – Prima dell’apocalisse vol. 2 (Brisson, Christmas)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio