Uno sguardo al passato: i migliori crowdfunding del 2016

Cosa rimarrà del 2016? Abbiamo selezionato per voi alcuni dei progetti fumettistici di crowdfunding più interessanti e promettenti.

Nel corso degli ultimi anni sono incrementate notevolmente le proposte di finanziamento diretto dal basso, comunemente noto come crowdfunding, che hanno comportato un coinvolgimento diverso dei lettori, già a partire dalla fase di progettualità.
In questo contesto sempre più stratificato, Lo Spazio Bianco ha selezionato alcuni dei progetti di crowdfunding più interessanti proposti in Italia durante il 2016. Quella che segue non è ovviamente una classifica e non rappresenta termini assoluti di paragone, ma semplicemente il gusto e il giudizio critico della redazione.

The Shadow Planet ()

Il quarto progetto dell’etichetta Radium vede all’opera i Blasteroid Bros (alias Giovanni Barbieri, Gianluca Pagliarani e Alan D’Amico) in una serie di retro-fantascienza con venature horror. Sin dalle presentazioni iniziali l’opera ha dimostrato enormi potenzialità progettuali e crossmediali, con un’identità marcata e ben definita.

Abbiamo recensito il primo episodio qui.

Grimorio – AA.VV. (a cura di Ariel Vittore e Laura Guglielmo)

Antologia di 100 pagine contenente fumetti e illustrazioni sulla stregoneria, esplorata attraverso gli occhi di oltre 25 artisti italiani e internazionali coordinati da Ariel Vittori e Laura Guglielmo. Dopo il crowdfunding, queste ultime hanno dato vita a una nuova casa editrice indipendente, la Attaccapanni Press.

Metamorphoses – AA.VV. (Squame)

Uno sguardo al passato: i migliori crowdfunding del 2016Metamorphoses è un progetto di illustrazione e fumetto in cui sedici autori interpretano in maniera personale e libera uno dei miti tratti dalle Metamorfosi di Ovidio. L’antologia, curata dall’associazione Squame, coinvolge artisti quali Martoz, Rita Petruccioli, Marino Neri, Aka B e il Pistrice, nella realizzazione di una tavola a fumetti autoconclusiva e un’illustrazione ciascuno.

Alice – Pasqual Ferry

Il disegnatore spagnolo Pasqual Ferry, già noto per aver lavorato su serie come Action Comics, Adam Strange, Ultimate Fantastic Four e Thor, annuncia di voler mettere “in pausa” il lavoro per il comicdom statunitense e dedicarsi al progetto di una graphic novel creator-owned ispirata ad Alice nel Paese delle Meraviglie e Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò di Lewis Carroll. L’autore descrive l’opera come “una storia di una famiglia separata da un misterioso incidente, e di come, contro ogni probabilità, i protagonisti lottano per tornare assieme”. Anche in questo caso si tratta di un volume la cui pubblicazione è prevista in 4 lingue differenti (spagnolo, inglese, francese e italiano).

Lumina vol. 2 – Emanuele Tenderini e Linda Cavallini

Lumina, il progetto editoriale di Emanuele Tenderini e Linda Cavallini che nel 2014 ha di fatto inaugurato la recente stagione fumettistica del crowdfunding in Italia, riparte con una nuova raccolta fondi su Indiegogo per il secondo volume. Si tratta di un fumetto “a metà tra Sci-Fi e fantasy, realizzato in stile euro-manga combinando il ritmo e i codici dei cartoons nipponici con la qualità estetica dell’animazione e dei videogame”.

POErtraits (con )

Uno sguardo al passato: i migliori crowdfunding del 2016POErtraits è una raccolta di caricature di Edgar Allan Poe realizzate da Marco Rocchi (con la collaborazione di ManFont), in cui giochi di parole si mescolano a elementi della cultura pop. Un progetto nato quasi per caso, poco dopo che lo stesso Rocchi aveva realizzato l’adattamento a fumetti del racconto La Maschera della Morte Rossa, disegnato da Giuseppe Dell’Olio e pubblicato da Kleiner Flug. Un modo per trovare il lato divertente di uno degli scrittori più cupi della letteratura americana.

Simon Blood – La Settima Luna & Flavia Caracuzzo

Primo volume di una trilogia fantasy, Simon Blood – La Settima Luna è stato presentato come “un racconto a suo modo epico, che alternerà paesaggi lussureggianti ad atmosfere cupe, a volte drammatiche, sorprendenti ed affascinanti”. L’ideatore è Giancarlo Caracuzzo, già al lavoro in passato per case editrici quali Marvel, DC Comics, Delcourt, Dupuis, Bonelli, Mondadori e IDW, che ha dichiarato di essersi ispirato per questo progetto a “Uderzo, Moebius, Miyazaki, gli albi di Asterix, Arzach”. Il crowdfunding è stato scelto dall’autore in quanto ritenuto uno dei metodi più efficaci per promuovere progetti alternativi ed autoriali.

Vintagerotika – AA.VV. (Annexia)

Grandi firme del fumetto italiano contemporaneo riportano in vita le celebri eroine dei pocket. Il progetto Vintagerotika “Pop-Hard d’autore” di Annexia ripropone attraverso nuove brevi storie i generi e i personaggi più rappresentativi delle principali testate erotiche a fumetti, principalmente prodotte dagli editori Renzo Barbieri e Giorgio Cavedon dagli anni Sessanta in poi e ben radicate nella memoria collettiva italiana.

Odissea – Fabio Visintin

Uno sguardo al passato: i migliori crowdfunding del 2016“Questo progetto racconta l’Odissea di Omero solo con immagini disposte in successione logica, senza testi né dialoghi. Grazie alle molteplici soluzioni di montaggio proprie del fumetto, nasce una narrazione visiva di grande impatto, semplice e comprensibile. Le immagini offrono un’interpretazione poetica del racconto omerico, con tutte le suggestioni e i significati che questa grande opera ha stratificato nel tempo”. Così Fabio Visintin ha presentato il progetto, avviato sulla piattaforma di crowdfunding Spaceman Project, che prevedeva la realizzazione sia di un volume a fumetti in 4 lingue differenti (inglese, francese, spagnolo e italiano) che di un artbook.
Nota: nonostante raccolta fondi per questo progetto non abbia raggiunto il 100% dell’obiettivo previsto, la Spaceman Project ha deciso di farsi carico dei costi di pubblicazione e produzione dell’opera, che vedrà dunque la luce nel corso del 2017.

Senzombra e Marco Matrone

“Tristan è un Senzombra e il suo lavoro è raccogliere le taglie sugli esseri che minacciano la società civile. Ha anche un’altra missione: riscattare la sua ombra, tornare a crescere e ad avere una vita normale come quella degli altri ragazzi”. Nonostante si presentasse come un volume fresco e interessante, il progetto ideato da Michele Monteleone, sceneggiatore di Dylan Dog e Orfani, e da disegnatore esordiente Marco Matrone, non ha raggiunto gli obiettivi di crowdfunding previsti.

AI PIEDI DEL PODIO, MENZIONE D’ONORE PER:

Frank Carter vol. 2 – Carlo Coratelli, Fortunato Latella e Marco Perforato
Sancta Sanctorum – The Rebel Saints – Gilbert Gallo, Michele D’Aloisio e Daniele Solfrini
Canvas – Ilaria Gelli
Utopia Project – Upper Comics
Sion – Simone Madeo, Alessandra Lucanto e Sante Mazzei
BoyLord – Nathan Peabody e Manuela Soriani

Leggi anche:

2 Commenti

2 Comments

  1. Maxwell Wright

    14 febbraio 2017 a 10:56

    Anche se il primo tentativo è precedente, la seconda campagna crowdfunding di Anima, del Tatai Lab, è avvenuta nel 2016 ed ha avuto un successo incredibile, non vedo perchè non inserirla tra i titoli citati :)

    • la redazione

      la redazione

      14 febbraio 2017 a 12:20

      Grazie per la segnalazione. Non è così facile come sembra riuscire a tenere di conto di tutto e operare una necessaria cernita. Ecco che segnalazioni come questa sono preziose e invitiamo tutti, lettori e diretti interessati, a scrivere le loro preferenze.
      In questo specifico caso, visto che si trattava della seconda campagna di crowdfunding per lo stesso volume e la prima era antecedente al 2016, è stato deciso di non includerlo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio