’68 vol. 4 (Kidwell, Zornow)

'68 #4 ripropone stancamente molte sequenze già viste in altre opere, non riuscendo a ritagliarsi una propria identità.

'68 vol. 4 (Kidwell, Zornow)In ’68, l’opera ideata da Mark Kidwell, la guerra del Vietnam si è conclusa in seguito alla comparsa improvvisa dei morti viventi, portando così le varie fazioni del conflitto a doversi adattare improvvisamente al cambiamento.
La trama di questo numero risulta estremamente banale e scontata; gli zombie infatti sono ormai sfruttati da qualsiasi media, portando inevitabilmente anche quest’opera ad accodarsi a un filone di prodotti che sanno di già visto, ripetitivi e prevedibili.
Il ritmo della storia principale è eccessivamente frammentato, poiché l’autore non è riuscito a trovare il giusto equilibrio narrativo per descrivere efficacemente gli eventi, anche a causa di personaggi stereotipati di scarso spessore.
I disegni di Jeff Zornow risultano anonimi per quanto riguarda gli ambienti e i protagonisti umani, questi ultimi spesso poco riconoscibili e in generale non particolarmente curati.
Discorso diverso per gli zombie, disegnati molto bene grazie ai numerosi dettagli grafici che valorizzano la loro natura feroce e bestiale.
In chiusura del volume la storia secondaria ricalca anch’essa tutti i luoghi comuni tipici degli zombie movie, risultando poco interessante, come la storia di apertura.

Abbiamo parlato di:
’68 vol. 4 – Regole di Guerra
Mark Kidwell, Jeff Zornow, Kyle Charles, Jay Fotos
Traduzione di Stefano Menchetti
saldaPress, ottobre 2016
160 pagine, brossurato, colori –  15,90 €
ISBN: 9788869192067

'68 vol. 4 (Kidwell, Zornow)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio