Saguaro #13 – Sentenza di morte (Enna, Barletta)

Saguaro #13 - Sentenza di morte (Enna, Barletta)
Articolo aggiornato il 20/09/2016

Saguaro #13 - Sentenza di morte (Enna, Barletta)Il piccolo Miguel Aguilar può finalmente testimoniare contro Noah Folsom: il primo season finale di si apre con il dettagliato resoconto del ragazzo sul giorno fatidico in cui il ricco possidente uccise a colpi di mazza da golf un vecchio indiano.
La narrazione di è classica nei canoni bonelliani, e cioè chiara, in alcuni passaggi quasi didascalica (vedi gli evitabili soliloqui di Cobra Ray), ma i personaggi, soprattutto il sempre più avventato Thorn Kitcheyan, sono stati cresciuti con attenzione, fino a divenire tridimensionali, coerenti e interessanti. Ne deriva una lettura piacevole, a dispetto di alcune artificiosità da feuilleton (per dirne tre: il rapporto fra Cobra Ray e Thorn, il tira e molla amoroso fra Kai e Thorn e la relazione fra il padre dell’anno Julio Aguilar e suo figlio).
Ai disegni, per la seconda volta su Saguaro, una che continua a sembrare limitata, rispetto ai precedenti lavori con l’Eura, dalla griglia bonelliana. E’ comunque autrice di una prova discreta, più a fuoco di quanto visto in Omicidio a Tucson. La sua ligne claire, ben leggibile e attenta a delineare ambienti e personaggi di contorno, crea un curioso stacco netto rispetto allo stile degli altri disegnatori della serie.
In definitiva: un buon numero, un punto di svolta che suscita curiosità per gli sviluppi futuri.

Abbiamo parlato di:
Saguaro #13 – Sentenza di morte
Bruno Enna, Elisabetta Barletta
, giugno 2013
98 pagine, brossurato, bianco e nero –  2,90 €
ISBN: 977228015100030013

Saguaro #13 - Sentenza di morte (Enna, Barletta)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio