Roberto Recchioni, con Andrea Accardi, annuncia che la saga Samurai nata su “Le Storie” diventerà una serie

Roberto Recchioni, con Andrea Accardi, annuncia che la saga Samurai nata su "Le Storie" diventerà una serie strutturata in "stagioni" di dodici numeri ciascuna.
Articolo aggiornato il 18/04/2015

ha annunciato sulla sua pagina Facebook che, in collaborazione  con , è al lavoro su una nuova serie per la Sergio Bonelli Editore. Il nuovo progetto nasce dalla saga Samurai ambientata nel Giappone Feudale di cui sono già disponibili due capitoli editi all’interno della collana Le Storie: La Redezione del Samurai  e i I Fiori del massacro. Le nuove avventure, che sarebbero dovute apparire ancora ne Le Storie, saranno convogliate in questa nuova serie, che nasce in seguito al forte riscontro di pubblico e critica ricevuti e dalla volontà degli autori di espandere e raccontare ancora di questo soggetto.

La nuova collana, pur riprendendo i protagonisti delle storie precedenti, avrà un nuovo protagonista che fungerà da perno centrale della narrazione. La serie, in modo simile ad Orfani di Roberto Recchioni e Emiliano Mammuccari, sarà strutturata su archi narrativi di dodici numeri ciascuno. Naturalmente si prevedono tempi ancora lunghi per la prima uscita (non meno di due anni), visto che il progetto è ancora in uno stato embrionale. 

“La serie sta venendo messa in cantiere con un principio di cura che non deve essere inferiore a quello dei due albi già usciti. Andre disegnerà il primo albo e, forse, il secondo, e poi altri albi lungo il corso della serie. Gli altri autori inizialmente contattati sono ragionati per essere molto autoriali ma anche vicini, nel sentire, ad Andrea. Qualche nome: Werther Dell’Edera, Luca Genovese, Gianluca Maconi, per dire.” – Roberto Recchioni

Roberto Recchioni, con Andrea Accardi, annuncia che la saga Samurai nata su "Le Storie" diventerà una serie
Lo sketch disegnato da Roberto Recchioni per dare l’annuncio

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio