Rim City #1 (Apreda, Orlandini)

Inizia la prima serie del progetto ATOMICO, ad opera di Alessandro “Doc Manhattan” Apreda e Daniele Orlandini.

Rim City #1 (Apreda, Orlandini)Kendra è un capitano del corpo dei Tridenti, una forza militare incaricata di proteggere i pochi umani sopravvissuti di , città subacquea dilaniata dal conflitto tra il governo e una setta pseudo-religiosa. La speranza è ormai merce rara tra i cittadini di Rim City, che preferiscono drogarsi tramite macchine di realtà virtuale o addirittura suicidarsi. Un misterioso messaggio proveniente da lontano sembra però poterla riaccendere e spetta proprio a Kendra intraprendere una missione da cui dipendono le sorti della razza umana. In questo primo albo riesce a introdurre convincentemente questo oscuro futuro distopico evitando di dilungarsi in pesanti spiegazioni. La narrazione scorre fluida, le transizioni da una scena all’altra sono ben gestite (anche se forse l’espediente del dialogo/monologo che finisce nella tavola successiva risulta un po’ abusato) e i dialoghi rimangono credibili.
Ai disegni troviamo l’esordiente , le cui tavole rivelano un indubbio debito nei confronti dei comics USA, soprattutto per quanto riguarda l’impostazione molto libera delle tavole e delle vignette, ma che evita di eccedere in sperimentalismi riuscendo a rimanere ordinato e leggibile. Mentre la recitazione funziona e gli sfondi sono curati con un buon effetto generale, il tratto non convince completamente, soprattutto per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi, dove si notano alcune incertezze soprattutto nei volti, e nella rappresentazione di mani e piedi. Ottimi i colori di Francesca Mengozzi e Giovanni Marcora sebbene in qualche caso leggermente invasivi.

Abbiamo parlato di:
Rim City #1
Alessandro Apreda, Daniele Orlandini
24 pagine, Colore

Rim City #1 (Apreda, Orlandini)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio