Nella rete del fumetto: worldwide #1

Appuntamento speciale di Nella Rete del Fumetto, la rubrica dello Spazio Bianco dedicata ai webcomic. Con questa puntata si apre la serie “NRdF: Worldwide” in cui vi suggeriamo webcomic non...
Articolo aggiornato il 03/11/2015

Benvenuti a questa nuova puntata di Nella Rete del Fumetto, la rubrica de Lo Spazio Bianco dedicata al mondo dei webcomic. Quella di oggi sarà una puntata a tema nella quale vi segnaleremo artisti, webcomic e collettivi provenienti da vari paesi. La puntata apre la serie “Nella Rete del Fumetto: Worldwide” che continuerà, senza regolarità, anche in futuro.

Spagna: Polar di Victor Santos

Nella rete del fumetto: worldwide #1

Webcomic iniziato nel gennaio del 2012, giunto alla tavola numero 266. Le tavole sono suddivise tra tre stagioni, ognuna costituita da due o più capitoli. È un webcomic dalla storia editoriale atipica: sui social non gode di grande fama eppure grazie alla sua qualità e alla notorietà precedentemente acquisita dal suo autore ha avuto grande fortuna editoriale. Nel novembre dello scorso anno la Dark Horse ha pubblicato  in formato cartaceo la prima stagione, alla quale seguirà il prossimo aprile la pubblicazione della seconda.
Per il mercato italiano invece, il fumetto è stato annunciato da Panini per la collana 9L. Di questo webcomic è inoltre in produzione un film voluto da Dark Horse Entertainment e Costantin Films, le cui riprese dovrebbero iniziare nella prossima primavera.
Nella sua versione originale (quella online, appunto) il fumetto è privo di dialoghi: l’autore, per raccontare questa storia che in parte deriva da un suo fumetto precedente (Black Kaiser), punta tutto sulla continua ricerca di soluzioni grafiche, sull’originalità della gestione dello spazio della tavola, sugli espedienti cromatici. L’autore non fa mistero del suo debito nei confronti di autori come Frank Miller, Eduardo Risso e Jim Steranko. Con una miscela di elementi action, pulp, hard-boiled e noir viene raccontata questa storia alimentata da poche e semplici forze quali la volontà di vendetta e l’istinto di sopravvivenza dei personaggi che la popolano. Sicari, femme fatale, poliziotti corrotti sono i protagonisti delle innumerevoli sparatorie e scazzottate di questo webcomic che fa dell’azione la sua essenza.

Dove seguirlo: Sito, Facebook

Grecia: Kostas Kiriakakis

Nella rete del fumetto: worldwide #1

Autore greco che negli anni ha contribuito con varie storie a volumi antologici come Flight e Heavy Metal, nonché copertinista di due volumi della serie Adventure Time. Sul suo blog pubblica storie di lunghezza variabile, in un continuo mutamento di stile passando dal bianco e nero al colore, con un tratto dal realismo variabile. Con i suoi webcomic esplora i territori della memoria, del sogno, dell’infanzia. Particolarmente riusciti i due episodi della serie Mused nei quali la riflessione sui grandi temi dell’esistenza, l’influenza della filosofia e di autori come Lewis Carroll si fa più spiccata. Piccolo gioiello A day at the park in cui è raccontato l’incontro tra un collezionista di domande e un collezionista di risposte.

Dove seguirlo: Sito, Facebook

Nella rete del fumetto: worldwide #1

 

Messico: Angel Boligan Corbo

Nella rete del fumetto: worldwide #1

Pluripremiato illustratore cubano che da oltre venti anni vive in Messico. L’autore lavora per molte riviste di argomento politico e ha fatto della satira sociale il suo cavallo di battaglia. Sul sito e sul suo profilo facebook è possibile godere di molte delle sue opere: crudi e sferzanti attacchi alla cultura consumista, alle storture dei sistemi politici, al mondo dei media, alla religione, al materialismo, satira dei comportamenti umani e delle relazioni tra essi. Le figure umane sono deformate anche fisicamente dai propri vizi; gli spazi non seguono le leggi fisiche quanto piuttosto quelle dell’anima: si distendono esaltando la solitudine della società contemporanea, si restringono riflettendone la natura oppressiva, mutano assecondando la depravazione di chi li abita; il mondo sintonizza la propria vita cromatica sulle cupe scale che colorano i mondi interiori dei suoi protagonisti.

Dove seguirlo: Sito, Facebook

Canada: Emily Carroll

Nella rete del fumetto: worldwide #1

Autrice canadese, classe 1983, specializzata nella produzione di storie di genere horror. Negli anni ha partecipato a varie riviste antologiche fino ad arrivare a collaborare con Dark Horse e Vertigo. La scorsa estate ha pubblicato il suo primo libro dal titolo Through the Woods che nel mercato nordamericano sta riscuotendo consensi ampiamente positivi. Sul sito raccoglie illustrazioni e storie, una delle quali (Hisface all red) è confluita nel volume sopracitato.
Autrice che punta a suscitare con le sue opere una sottile suggestione, servendosi di atmosfere intense e coinvolgenti, che si rifanno alla letteratura gotica e vittoriana ottocentesca e al contempo a una tradizione fiabesca non edulcorata. Tradizione ottocentesca che narra i temi dell’alienazione contemporanea, attraverso un uso a trecentosessanta gradi del mezzo webcomic, che le permette di inserire un certo grado di animazione e  di interattività, e di sfruttare in alcuni casi la verticalità della pagina web. Tra le storie online vi consigliamo: Out of Skin, Margot e His face all red.

Dove seguirla: Sito

Nella rete del fumetto: worldwide #1

 

Finlandia: Minna Sundberg

Nella rete del fumetto: worldwide #1

Minna Sundberg, giovane autrice (classe ’90) nata in Svezia e cresciuta in Finlandia, da oltre tre anni scrive e disegna in piena libertà le sue storie pubblicandole online. Il suo primo lavoro sul web è stato A Redtail’s Dream, che l’ha tenuta impegnata per due anni nella realizzazione di 556 tavole. Il webcomic è stato oggetto di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma indiegogo.com che ha permesso alla giovane autrice di incassare la considerevole cifra di oltre 150,000 dollari, cinque volte l’obiettivo iniziale. Tale risultato le ha consentito di dedicarsi a tempo pieno al suo secondo progetto: Stan Still. Stay Silent, di cui pubblica ogni settimana ben cinque tavole.
Il webcomic è giunto alla tavola numero 229; di queste i primi quattro capitoli sono stati raccolti in un volume che ha dato inizio a una seconda campagna di crowdfunding che ha permesso all’autrice di incassare altri 125,000 dollari . La storia di questo webcomic ruota intorno a cinque personaggi e alla loro lotta per la sopravvivenza in una penisola scandinava stravolta da una epidemia. Nonostante il genere, l’autrice ha avuto l’abilità di creare un prodotto con un target di riferimento amplissimo, intergenerazionale, attraverso una narrazione caratterizzata dalla capacità di tenere insieme humor, azione, mistero e dall’abilità nel costruire personaggi ai quali riesce ad affezionare il lettore. A supporto della sua narrazione vi è un tratto in continua crescita e perfezionamento che per molti aspetti guarda alla scuola francese per altri a quella orientale, esaltato dall’ottima colorazione.

Dove seguirla: Sito, Facebook

 

Il 23 dicembre vi aspetta una speciale puntata natalizia, non perdetela!

Per essere sempre aggiornati, seguiteci sulla pagina facebook dedicata alla rubrica.
Se siete autori di un webcomic e volete segnalarcelo, scriveteci a webcomics@lospaziobianco.it

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio