The Rat-Man’s Countdown #1: Il Rat-Man

10 personaggi di Rat-Man, 10 brani musicali e 10 film da Leo Ortolani per accompagnarci verso la fine della saga. Primo appuntamento con il Rat-Man.
Articolo aggiornato il 08/04/2017

The Rat-Man’s Countdown #1: Il Rat-ManPer accompagnare la saga di verso la fine annunciata dal suo autore e per fargli così un piccolo omaggio, abbiamo pensato di varare una serie di 10 articoli (uno per ogni mese pari fra un’uscita di Rat-Man e l’altra) da qui fino al Settembre 2017, data stabilita per la fine della serie.

Ogni articolo sarà dedicato a un personaggio centrale della saga che ha avuto nel numero appena  pubblicato una certa rilevanza. In ogni articolo Leo Ortolani, con grande disponibilità, ci indicherà una musica, una canzone o una colonna sonora legata al suo personaggio e lo stesso farà con un film.

Cominciamo dunque in occasione di Rat-Man #113 – Il Rat-Man con:

Il Rat-Man

Moby Dick nella pancia di Pinocchio

The Rat-Man’s Countdown #1: Il Rat-Man

 

“Se dovessi associare una colonna sonora a IL RAT-MAN, ne avrei diverse, tutte legate all’arrivo di una minaccia enorme e incombente, come l’arrivo degli alieni nella soundtrack di INDIPENDENCE DAY di David Arnold. Mentre il film è senz’altro TERMINATOR. Il primo, quando Arnold faceva davvero paura.”

Leo Ortolani

The darkest day (David Arnold, Indipendence day soundtrack, 1996)

https://www.youtube.com/watch?v=lHz95RYUbik

Terminator  -trailer- (James Cameron, 1984)

Chi è Il Rat-Man

Il Rat-Man è lo spirito che anima Rat-Man. Un immenso uomo vestito da topo, ben più muscoloso, prestante e forte del protagonista stesso che, quando l’eroe è in grande difficoltà, si manifesta e prendendo il suo posto risolve la situazione. Il Rat-Man (con l’articolo) è l’essenza dell’essere supereroe di Rat-Man (senz’articolo), è la sua forza nascosta, il suo “superpotere”.

O così almeno sembrava nei primi episodi in cui apparve (Rat-Man Collection #45). A poco a poco poi, quella che sembrava l’ultima risorsa, la forza disperata, cominciò ad assomigliare sempre più alla forza della disperazione, all’illusione del potere. La forza si trasformò in violenza (Rat-Man Collection #57-60) e Il Rat-Man cominciò a svelare un lato più pericoloso della sua essenza, dannoso in primo luogo per Rat-Man che forse non era il suo padrone ma solo il suo involucro, forse la sua vittima.

The Rat-Man’s Countdown #1: Il Rat-Man

L’immagine di Pinocchio nella pancia della balena si rivolta in questa bella intuizione narrativa di Ortolani, dove l’enorme cetaceo è nascosto nelle viscere del burattino e dove l’ossessione di Rat-Man di essere un supereroe trasforma Il Rat-Man nell’antonomasia dell’ossessione che corrompe e può portare alla follia o alla morte: Moby Dick, la balena bianca.

Negli albi più recenti della creatura di Ortolani infatti scopriamo che L’ombra, la nemesi assoluta del Ratto che nelle parole del suo autore è “il nemico dell’umanità, il Bene che non è il Bene, il politicamente corretto che nasconde solo una mancanza vera di attenzione verso l’altro, l’utilizzo delle parole per ingannare i deboli e gli ultimi”, ha un legame profondo con il topo e addirittura lo sconfigge o per meglio dire lo seduce, vincendolo (Rat-Man Collection #105) e si incarna proprio ne Il Rat-Man.

Ora come ora non ci è dato sapere cosa succederà. Sappiamo solo che Il Rat-Man/Ombra vaga per la Città Senza Nome come un Dio Satanico (Rat-Man Collection #113) e si nutre delle sofferenze e del male inflitto. La balena ha fagocitato il suo involucro e così Ortolani, Omero con gli occhiali, ci prende per mano e ci accompagna verso la fine. Il giorno dell’indipendenza sembra non esser stato mai così lontano.

The Rat-Man’s Countdown #1: Il Rat-Man

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio