La promozione di Spider-Man, le difficoltà di Justice League

In questa puntata, un'analisi dei trailer di Spider-Man: Homecoming e Justice League, news sull'animazione e sul prossimo Marvel's Inhumans.

Spider-Man: Homecoming

I giorni scorsi hanno visto la diffusione del nuovo trailer di Spider-Man: Homecoming, l’atteso rilancio cinematografico dell’arrampicamuri operato da Sony e Marvel Studios  con protagonista .
Il nuovo trailer ha da subito sottolineato lo spirito della pellicola diretta da Jon Watts, ribadita anche dalle dichiarazioni rilasciate da quest’ultimo nel corso della CinemaCon, ovvero il puntare per la prima volta su un film che presentasse il personaggio di Peter Parker in maniera totalmente adolescenziale, accostandoli quella che nel trailer è certamente una figura in qualche modo paterna, o comunque di riferimento: il Tony Stark di .
La campagna promozionale, da questo punto di vista, è riuscita a centrare da subito alcuni obiettivi fondamentali che si distaccano fortemente da quella realizzata per The Amazing Spider-Man 2: Il potere di Electro.

La promozione di Spider-Man, le difficoltà di Justice League

E’ riuscita in primis a fornire tutta una serie di informazioni al pubblico senza ripetere il “sovraccarico di dettagli” che il film interpretato da Andrew Garfield aveva avuto, specialmente negli ultimi due trailer, e creando una sorta di “promozione leggera” attorno al film. Una dimostrazione che la Sony (ma anche i Marvel Studios) vogliono muoversi delicatamente senza ripetere gli errori che, nel 2014, causarono la débâcle al box office nordamericano del lungometraggio di Marc Webb, tra cui proprio una campagna marketing troppo pesante e aggressiva.
In secondo luogo, il trailer è riuscito a presentare la personalità di Peter Parker (e del suo interprete) riuscendo a non farla oscurare dalla presenza di Robert Downey Jr., la cui figura è divenuta nettamente centrale in questi anni di produzioni Marvel, assieme a una ottima descrizione delle motivazioni del villain principale () definito durante la CinemaCon come una “versione oscura di Tony Stark“.
Non bisogna inoltre dimenticare che questo trailer continua ad alimentare il mistero dietro il ruolo dell’attrice Zendaya, che di fatto non compare nel filmato di oltre due minuti, lasciando alla collega Laura Harrier l’onore di ricoprire il ruolo di interesse sentimentale di Peter Parker nella parte di Liz Allan, elemento quest’ultimo già ribadito brevemente nella versione americana del primo trailer.

Un discorso differente va fatto invece per l’atteso trailer di Justice League, che ha certamente raggiunto il suo obiettivo nel generare curiosità tra gli appassionati e gli addetti ai lavori ma ha anche evidenziato alcuni dubbi riguardanti l’atmosfera e i toni della pellicola diretta da .
E’ indubbio che la fredda accoglienza da parte della critica di Batman V Superman: Dawn of Justice abbia certamente avuto il suo peso nella realizzazione di questo trailer, in cui il personaggio di Batman interpretato da Ben Affleck è protagonista, in due momenti distinti, di un approccio più leggero e ironico molto più marcato rispetto al passato.
Una scelta ovviamente legittima da parte della Warner, che ha voluto smarcarsi dalla precedente campagna marketing utilizzata per il film con Batman e Superman puntando così fin da subito al pubblico delle famiglie, ma che comunque appare forzata, soprattutto perché denota ancora una volta un apparente tentativo di inseguire i Marvel Studios.

La promozione di Spider-Man, le difficoltà di Justice League
Aldilà di questo, sarà interessante notare quali e in che quantità saranno effettivamente gli elementi di discontinuità rispetto al passato. Uno di questi, già visibile in alcune sequenze inserite nel trailer, è certamente la fotografia di Fabian Wagner, che appare meno opprimente e, di certo, non appiattita allo stile di Snyder così come lo era invece quella del suo predecessore Larry Fong, per anni collaboratore del regista e al lavoro anche su Batman V Superman: Dawn of Justice.
Questa caratteristica potrebbe ridefinire la visione di Snyder dei supereroi DC Comics, fornendo una visione più solare e vicina al grande pubblico, così come fatto da The Avengers di Joss Whedon. A questi elementi, va però ovviamente aggiunta la storyline del film, e il lavoro sulla sceneggiatura effettuato da Chris Terrio, che potremo valutare solo quando il blockbuster sbarcherà nei cinema.

Amberville

AnnaPurnaTV ha annunciato di stare lavorando a una nuova serie animata in CGI dal titolo Amberville per Amazon Prime Video. La serie, creata da Chris McCoy e da Conrad Vernon, regista del film Sausage Party – Vita segreta di una salsiccia, è basata sui romanzi di Tim Davys.
Amberville sarà uno show per adulti dalle tematiche noir ambientato in una città popolata da animali di peluche viventi. La storia riguarda un orsacchiotto che viene nuovamente attirato dentro il mondo del crimine, quando il suo ex capo lo arruola per un nuovo, impossibile lavoro.
McCoy ha scritto il pilot basandosi su un racconto di McCoy e Vernon. Vernon dirigerà l’episodio pilota, mentre Megan Ellison, Sue Naegle e David Distenfeld saranno i produttori esecutivi del progetto insieme a McCoy e Vernon.

La promozione di Spider-Man, le difficoltà di Justice League

Toei Animation guarda all’Europa

Toei Animation ha firmato nei giorni scorsi una serie di accordi con alcuni partner europei del merchandise per la realizzazione di prodotti, gadget e altro basati su Dragon Ball Super, Dragon Ball Z, Sailor Moon e Digimon.
La società di animazione giapponese ha stretto in primo luogo una partnership per Dragon Ball Super con la spagnola Madness e la portoghese Comic Studio per sviluppare collezioni di biancheria intima, pigiami, t-shirt e felpe. Inoltre, Blade Representations ha anche firmato per creare una linea di accessori per videogame collegati a PlayStation 4, Nintendo 3DS e Nintendo Switch.
Nel frattempo, la compagnia lussemburghese Tsume ha presentato la sua ultima statua di Dragon Ball Z, che raffigura una scena in cui Goku combatte Nappa, un guerriero Saiyan.
Il personaggio di Dragon Ball sarà il protagonista inoltre presso la Barbican Art Gallery di Londra come parte della mostra sull’architettura giapponese dopo il 1945. La mostra, co-organizzata dalla Japan Foundation e da Barbican, metterà in evidenza il mondo della serie, così come le case a forma di capsule create da Akira Toriyama, il creatore di Dragon Ball.
Oltre a Dragon Ball, la Toei ha anche collaborato con Fée Sauvage a un concerto sinfonico di Sailor Moon da eseguire nel Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Spagna. Il concerto sarà caratterizzato da musica dal vivo tratta dalla serie con la programmazione di un video sincronizzato degli episodi dell’anime. La premiere mondiale si svolgerà a Parigi, il prossimo 25 novembre.
Infine, Toei Animation e Bandai Namco Entertainment Europe hanno unito le forze per un nuovo videogioco di Digimon, dal titolo Digimon Story: Cyber Sleuth–Hacker’s Memory che sarà disponibile nei primi mesi del 2018 per PlayStation 4 e PSVita.

Marvel’s Inhumans

La città di Honolulu ha annunciato che Marvel’s Inhumans sarà girato nelle Hawaii, un annuncio che porterà all’impiego di 150 residenti locali e ad aumentare l’economia di decine di imprese locali, secondo quanto hanno riferito i funzionari statali.

Siamo entusiasti che Disney/ABC e la Marvel abbiano preso la decisione di girare alle Hawaii, che non solo crea posti di lavoro e contribuisce alla nostra economia locale ma mostra la necessità di espandere le nostre infrastrutture nei settori creativi e del cinema – ha dichiarato il direttore del Dipartimento degli Affari, sviluppo economico e Turismo (DBEDT) Luis P. Salaveria – Le riprese di questo progetto televisivo unico e innovativo qui alle Hawaii è il complemento perfetto per la nostra strategia di crescita complessiva, che comprende il diversificare la nostra economia facendo crescere il nostro settore creativo.

La chiave che ha portato alla decisione di scegliere le Hawaii come location è stata la richiesta da parte della produzione di un grande studio, sottolineando la necessità per lo Stato delle Hawaii di espandere e aumentare le opportunità di produzione. Con il Hawaii Film Studio occupato con la realizzazione della serie Hawaii Five-0 della CBS, la Divisione industrie creative di DBEDT ha facilitato un accordo di licenza con la Marina Militare delle Hawaii per utilizzare gli ex magazzini militari per la produzione di Marvel’s Inhumans. Lo spazio è stato trasformato in un completo lotto di produzione a West Oahu.
La produzione ha assunto membri della troupe su base locale, che hanno lavorato su produzioni passate, tra cui la serie della ABC Lost.

E’ estremamente gratificante avere queste opportunità stellare, così come vedere la produzione aprire le porte a nuovi stagisti che vogliono affinare le proprie competenze nel settore dei media – ha dichiarato Georja Skinner, capo della divisione industrie creative di DBEDT, che sovrintende le operazioni dell’Hawaii Film Office – Marvel’s Inhumans è una pietra miliare fondamentale per il nostro sviluppo nel settore dei media, mostra la necessità per le infrastrutture di far crescere lo stato del settore.

Siamo entusiasti di far parte dell’universo Marvel e di essere parte integrante di uno spettacolo così innovativo. Oahu è sempre stata in prima linea per creare prodotti televisivi innovativi ed è stato il primo luogo a ospitare uno show girato interamente in esterni, l’originale “Hawaii Five-O” oltre che la sede di una serie che ha avuto il merito di aver portato qualcosa di nuovo alla televisione, come “Lost”. Questa nuova serie ci porta verso un altro livello e siamo entusiasti di essere parte della storia della televisione in divenire. La spinta economica e gli impatti a lungo termine del cine-turismo saranno di grande beneficio per nostra comunità – ha detto Walea Constantinau di Honolulu Film Commission.

Con il loro paesaggio unico le Hawaii sono un luogo ideale per girare questa serie innovativa – ha detto Mary Ann Hughes, vice presidente della pianificazione della produzione cinematografica e televisiva per la Walt Disney Studios – La posizione e gli incentivi sono stati un fattori chiave nella nostra decisione di portare questa nuova serie nell’Aloha State.
Lavorare alle Hawaii è come nessun altro posto sulla Terra. Le posizioni incredibili, dalle spiagge alla città ai monumenti storici come Diamond Head, sono una festa per gli occhi. La gente, la cultura, il cibo, il clima, fanno sì che si possa creare una unica esperienza della narrazione – Ha invece affermato , produttore esecutivo e capo della Marvel Television.

Wonder Woman

In vista dell’uscita nelle sale della pellicola sull’amazzone DC Comics con protagonista Gal Gadot, la Warner Bros. sta attuando una strategia molto aggressiva sul fronte del merchandising, che vedrà una forte presenza della principessa Diana negli scaffali dei negozi, proprio a partire da questi giorni.
Warner Bros. Consumer Products ha infatti creato una partnership con Mattel per creare una linea di giocattoli basati sul film di Wonder Woman, che hanno debuttato venerdì nei negozi della catena Wal-Mart a livello nazionale in tutti gli Stati Uniti, diventando disponibili anche online su Walmart.com. Come parte del programma, che si concluderà il prossimo 28 aprile, Wal-Mart offrirà bambole e giocattoli di Wonder Woman, tra cui un esclusivo set di due confezioni contenenti l’eroina DC Comic e il suo interesse amoroso Steve Trevor. Un ulteriore implementazione esclusiva di giocattoli del film seguirà a maggio, con i prodotti creati da partner quali Jakks Pacific, Funko e Fisher-Price.
Il franchise di Wonder Woman vedrà inoltre la partecipazione di altri licenziatari tra cui The Lego Group, Rubie’s Costume, Bioworld, New Era, Hallmark attraverso il lancio in molteplici rivenditori a livello internazionale a partire dal 7 aprile.

Siamo entusiasti di portare Wonder Woman al centro dei rivenditori di tutto il mondo a sostegno del suo primo film da solista – ha detto il presidente di Warner Bros. Consumer Products Pam Lifford in un comunicato – WBCP ha sviluppato un incredibile assortimento di prodotti di tendenza in collaborazione con i nostri migliori licenziatari, permettendo agli appassionati di tutte le età di esprimere la loro passione e portare il potere di Wonder Woman, la sua ispirazione e la sua bellezza alla vita.

La promozione di Spider-Man, le difficoltà di Justice League

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio