Pofferbacco! Bonvi e la grande corsa di Marzolino Tarantola

Un recupero storico direttamente da “Supergulp! Fumetti in TV”: "Marzolino Tarantola" di Bonvi.

Pofferbacco! Bonvi e la grande corsa di Marzolino TarantolaLa collana Superfumetti edita da è in gran parte costituita da ristampe antologiche di materiale dedicato a personaggi famosi del fumetto mondiale, dai Fantastici Quattro a Corto Maltese, con una impostazione spiccatamente nostalgica e una veste economica e popolare. Una collana magari non sempre di grande interesse per chi ha già una buona conoscenza dei fumetti proposti o per chi preferisce edizioni filologiche e complete, ma al contempo gustosa per chi non dà peso a queste cose.

La proposta di Marzolino Tarantola si  differenzia in parte dal resto dei titoli, presentando una storia non legata a un personaggio particolare ma recuperando un fumetto meno noto di un grande autore prematuramente scomparso: Franco Bonvicini, in arte , il creatore delle Sturmtruppen, di Cattivik, autore delle Cronache del dopobomba e disegnatore di Storie dello spazio profondo su testi di Francesco Guccini.

Marzolino Tarantola nasce nel 1979 per la storica trasmissione Supergulp! I fumetti in TV. Vero e proprio fenomeno televisivo e sociale, Supergulp! poté vantare un grande successo di ascolti attraverso la sua formula di “fumetto animato” (1) . Per rimpinguare il sommario della trasmissione, Bonvi creò le avventure di questo emulo del Saturnino Farandola dello scrittore Albert Robida: un avventuriero incredibilmente ricco, di nobile retaggio, accompagnato dal fido maggiordomo Alfred e dal gigante sciocco Enrico. Sua nemesi il malvagio professor Moriatry con al fianco il suo aiutante Perfidio. Il volume presenta solo la prima delle due avventure che videro protagonista Marzolino, mentre la seconda (in semi animazione) non è stata mai trasposta a fumetti.

Spunto della storia qui raccontata è un fantomatico Gran premio atlantico San Francisco-Parigi che diventa ben presto uno scontro a due tra la squadra di Marzolino Tarantola e quella di Moriatry. In un susseguirsi di situazioni sempre più incredibili i nostri passano dal selvaggio west all’incontro con le piratesse dell’aria, dagli abissi di Atlantide al castello di Frankenstein. Un chiaro omaggio alle wacky race che presenta un crescendo di azione, gag e situazioni assurde senza un attimo di respiro, in cui l’autore riversa tutta la sua inventiva e il suo umorismo, divertendosi a inserire comparsate come le sue Sturmtruppen o Lupo Alberto (altri personaggio che facevano parte della banda Supergulp!).

Tra le tante scenette comiche spunta l’ironia sagace di Bonvi, quella capacità di farsi beffe dei difetti dei propri personaggi e mettere alla berlina abitudini e pensieri dell’uomo comune. Ne è un esempio il rapimento dei personaggi da parte delle Piratesse dei cieli durante il quale l’autore si diverte a “ingannare” il lettore con una trovata apparentemente dal sapore maschilista che rivela invece tutta la stoltezza degli uomini.

Pofferbacco! Bonvi e la grande corsa di Marzolino Tarantola

Bonvi è nella piena maturità e questo è evidente dai disegni, freschi e sempre chiari nel mostrare quello che sta accadendo. Il suo stile resta ancora oggi inconfondibile. I protagonisti del fumetto sono ritratti in maniera caricaturale, bassi e tozzi o grossi e microcefali; questo stile spesso viene abbandonato per ritrarre le comparse del racconto, disegnate in maniera maggiormente realistica in modo da accentuare la stranezza e la bizzarria dei protagonisti. Il rapido cambio di ambientazioni durante la storia permette all’autore di tratteggiare una grande varietà di luoghi e personaggi.

Il volume Mondadori Comics è una bella occasione per riscoprire un pezzo di storia del fumetto e della televisione italiana e per apprezzare ancora una volta l’opera di un grande autore mai abbastanza rimpianto.

Abbiamo parlato di:
Marzolino Tarantola – La grande corsa
Bonvi
Mondadori Comics, collana Superfumetti #13 – 2015
128 pagine, brossurato, bianco e nero – 4,90€
ISSN: 977811025245


Note:
  1. Per maggiori informazioni su Supergulp! rimandiamo a https://it.wikipedia.org/wiki/SuperGulp

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio