Il Papà di Dio, studio scenico a Pescara

Venerdì 12 maggio, allo Spazio Matta di Pescara, Teatro Rebis presenta "Il Papà di Dio", spettacolo tratto dal libro a fumetti di maicol&mirco

Comunicato Stampa

Venerdì 12 maggio – H. 21.00
PESCARA – SPAZIO MATTA
RASSEGNA ‘MATTA IN SCENA’

Il Papà di Dio, studio scenico a Pescara

Teatro Rebis
IL PAPA’ DI DIO – Studio scenico
tratto dall’omonimo romanzo a fumetti di maicol&mirco
(residenza artistica dall’ 8 al 12 maggio)

con Meri Bracalente, Andrea Filipponi, Sergio Licatalosi e Fernando Micucci
musiche Lili Refrain
consulenza poetica e filosofica Rubina Giorgi
scrittura scenica e regia Andrea Fazzini

maicol&mirco sono tra i più importanti autori di fumetto indipendente italiano, con cui il Teatro Rebis ha iniziato una collaborazione allestendo nel 2015 lo spettacolo ‘Scarabocchi’, la metamorfosi scenica delle loro vignette, caratterizzate dalla feroce comicità dei testi e dall’immediatezza folgorante del segno grafico.

La collaborazione sta continuando con la creazione di un nuovo spettacolo, questa volta tratto da un vero e proprio romanzo a fumetti, sempre del filone degli Scarabocchi, dal titolo ‘Il papà di Dio’, pubblicato dalla Bao Publishing.

Dalle note di presentazione: ‘Il Papà di Dio ha un diavolo per capello: suo figlio è irrecuperabile. Non ne combina mai una giusta. Non a caso suo figlio ha voluto creare il suo Universo senza prima studiare! E qual è il risultato? Questo Universo qua! Il nostro. Un Universo dove si soffre, ci si ammala e si muore. Un Universo dove si lavora e si suda. Un Universo tutto sbagliato. Non come quello del Papà di Dio. Un Universo meraviglioso. Dove non esiste morto, dolore né fame. Dove non si deve lavorare né faticare. Dove i soldi non esistono così come i poveri. Ma Dio non ha voluto ascoltarlo. Ed ecco qua con che razza di Universo ci ritroviamo! Riuscirà Dio a farsi accettare da suo Papà? E suo Papà riuscirà a comprendere e capire il nostro povero Dio?’.

Il Teatro Rebis intende mantenere lo stile immediato di maicol&mirco, ma rispetto all’asciuttezza dello spettacolo Scarabocchi, per ‘Il papà di Dio’ sta pensando ad una forma scenica più elaborata, visionaria, per approfondire il livello spirituale che si nasconde dietro la maschera ghignante dei loro scarabocchi.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio