TWD Verticomics
Recensioni

Orfani: Ringo #11 – verso la fine a ritmo di Death Metal

Penultimo episodio per la seconda stagione di Orfani. Scritto da Roberto Recchioni e Mauro Uzzeo, Death Metal rappresenta efficacemente le due anime della serie.
Articolo aggiornato il 14/12/2016

Orfani: Ringo #11 - verso la fine a ritmo di Death MetalIl penultimo numero della seconda stagione di presenta il tanto atteso scontro finale tra Ringo e i suoi ex-compagni trasformati in burattini biomeccanici dalla Juric.
L’albo è caratterizzato perciò da una dose importante di azione e violenza ben rese da e , autori in tandem dei testi, ai disegni e Alessia Pastorello ai colori.

La resa dei conti tra gli ex-Orfani può apparire come il nodo principale della storia o quantomeno la svolta narrativa più attesa eppure rappresenta più un anticlimax rispetto a quanto accade prima. Infatti se lo scontro era atteso e scontato, come probabilmente il suo esito, è il resto dell’albo a regalare i momenti migliori: il breve viaggio all’interno della galleria del San Gottardo e l’incontro con i rifugiati che vi abitano riescono a suscitare tenerezza e a ispirare un sentimento di speranza per le loro sorti salvo mettere il lettore di fronte all’inesorabile tragedia in maniera brusca e repentina.
Rispetto al numero precedente la gestione del registro drammatico degli eventi, paragonabili per intento e importanza, ha ben altro spessore pure se risolto in maniera più rapida e senza che essi siano lo snodo principale dell’albo.

Orfani: Ringo #11 - verso la fine a ritmo di Death Metal

Il lavoro di squadra tra Roberto Recchioni e Mauro Uzzeo alla sceneggiatura rende bene le varie anime della serie, tra un incedere da blockbuster caciarone e una tendenza all’intimismo e alla riflessione – pure se collocata all’interno di storie dal ritmo veloce e caratterizzate dall’azione e dal rapido incedere degli eventi.
Orfani: Ringo #11 - verso la fine a ritmo di Death MetalDa sottolineare il merito di Uzzeo che dopo un inizio non pienamente convincente è cresciuto di episodio in episodio fino a fare suoi i personaggi e l’ambientazione ideati da Recchioni ed Emiliano Mammucari, riuscendo a caratterizzare i protagonisti in maniera convincente e decisa.
Si riconosce il suo stile soprattutto in un lavoro di sottrazione, con dialoghi essenziali che sfruttano l’espressività dei disegni di Giancarlo Olivares, disegnatore bresciano che ha fatto della fantascienza il proprio biglietto da visita, dal pioneristico Hammer passando per Lazarus Ledd e Nathan Never senza dimenticare lo sfortunato progetto Kilyon con la Disney.

Il suo è un segno elegante e dettagliato che si esalta tanto nella rappresentazione dei corpi, nelle pose e nei movimenti, quanto nelle espressioni, nelle pieghe della bocca, negli sguardi, nei piccoli gesti. Al contempo sa votarsi sia alla spettacolarizzazione e al sense of wonder tipici della fantascienza di stampo space operistico sia a quella più fisica come in questo caso.
Pur senza toccare le vette di sperimentazione del precedente albo sceneggiato da Uzzeo, si apprezzano le scelte di regia che regalano vignette dalle inquadrature non banali e molto varie.

Orfani: Ringo #11 - verso la fine a ritmo di Death Metal

Degno di nota come al solito l’apporto del colore, opera di Alessia Pastorello, necessario per rendere la cupa galleria che i personaggi devono attraversare e per accompagnare l’azione con stacchi cromatici netti tra il freddo azzurro dei Corvi e il rosso del sangue e delle esplosioni. Molto buona e niente affatto scontata l’intesa con Olivares, che solitamente fa un ampio uso di retini e tratteggi per riempire le tavole: il colore non fa rimpiangere questo segno distintivo dell’autore.

Un albo che prepara il campo al finale in maniera efficace e mantenendo alto l’interesse e la curiosità per la terza stagione già annunciata da tempo ma su cui ancora si sa molto poco.

Abbiamo parlato di:
#11 – Death Metal
Roberto Recchioni, Mauro Uzzeo, Giancarlo Olivares, Alessia Pastorello
, Agosto 2015
96 pagine, brossurato, colori – 4,50€
ISSN: 977228330200350023

Orfani: Ringo #11 - verso la fine a ritmo di Death Metal

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio