“Oblò” una rassegna di docufilm e graphic novel

il 12 ottobre alla Multisala Astra Oblò di Padova - Rassegna di docufilm e graphic novel.

COMUNICATO STAMPA

Ricomincia il 12 ottobre alla Multisala Astra Oblò – Rassegna di docufilm e graphic novel

"Oblò" una rassegna di docufilm e graphic novel

Da lunedì 12 ottobre 2015 ritorno alla Multisala Astra Via T. Aspetti “Oblò – Sguardi sulla realtà tra cinema e fumetti – Rassegna di docufilm e graphic novel” promossa da Associazione Ya Basta Caminantes, Edizioni BeccoGiallo e GVC.

Dopo la tappa bolognese  torniamo nella nostra città sperando con le tre serate, che proponiamo,  di contribuire alla discussione sui grandi temi che attraversano il presente: guerre, cambio climatico, paure sociali,
Gli argomenti dei nostri “approdi” ci permetteranno di approfondire le cause globali dell’esodo di migliaia di donne ed uomini verso il nostro continente. Con il contributo dei nostri ospiti, dei fumettisti e dei docufilm, selezionati all’interno di quelli proposti nell’edizione 2015 di Terra di Tutti Art Festival di Bologna ci prefiggiamo di indagare la realtà con lenti plurime e senza paraocchi scontati.
Tutte le proiezioni avverranno alle ore 21.00 alla Multisala Astra Via T. Aspetti Padova
Per contatti rassegnaoblo@gmail.com

Prima serata 12 ottobre. “Raccontare le guerre”
I conflitti, gli scontri, le inedite alleanze tra vecchie e nuove potenze, la devastante presenza dell’ISIS, il ruolo politico dell’Islam, la devastazione dei contesti sociali e il costante intricato intreccio con gli scenari globali e i flussi migratori.
Ne parliamo con: Ivan Grozny – freelance, Beppe Giulietti – Articolo21, Domenico Chirico – Un Ponte per … , Barbara Spinelli – Giuristi Democratici ed il fumettista brasiliano Carlos Latuff.
Nella serata esposizione della Mostra Drawing the future – 20 tavole a fumetti dedicate alle migrazioni

PROIEZIONE DI: – Puzzlestan – I confini sono i limiti dei popoli di Ivan Grozny Compasso, montaggio Daniele Conti | 2015 | 45’
Presentato a Bologna al Terra di Tutti Art Festival arriva a Padova il docufilm del freelance padovano che, attraverso reportage dal campo e storie vissute dei combattenti curdi nella resistenza all’Isis, delle popolazioni civili e delle minoranze religiose, narra le intrecciate connessioni che disegnano lo spazio tra Rojava, Siria, Iraq e Turchia.
– Syrian Edge di Juan Martin Baigorria e Lisa Tormena | Italia Libano | 2015 | 20’
Parte della campagna realizzata da GVC nell’ambito degli interventi finanziati dall’Unione Europea a sostegno dei rifugiati siriani il docufilm narra la complessa situazione in Libano.
Programma completo della serata
http://www.yabasta.it/spip.php?article2071

Seconda serata 16 novembre. “Difendere il pianeta”
La sfida necessaria ed improcrastinabile ai cambiamenti climatici verso le mobilitazioni a Parigi in occasione della Cop 21: mobilitazioni locali e scenari globali. Con Andrea Ragona – Legambiente Padova, ne discutono: Marica Di Pierri – A Sud, Cdca – e Luigi Iasci – Coordinamento No Ombrina. Video intervista esclusiva con Naomi Klein, autrice di “Una rivoluzione ci salverà. Perchè il capitalismo non è sostenibile”. In diretta disegni di Marta Gerardi autrice di Terre Perse Con il contributo di Alessandro Punzo del Comitato Due Sì per l’acqua bene comune Padova e provincia e Roberto Marinello del Comitato Difesa Alberi e Territorio. Serata in collaborazione con Legambiente Padova

PROIEZIONE DI: Nero d’Italia di Valeria Castellano La devastazione della Basilicata dovuta alle estrazioni petrolifere. In Basilicata si produce l’80% dell’oro nero italiano. È la regione che paga il prezzo più alto, in un Paese che è il paradiso fiscale per le trivelle.
Terra Persa. Storia di Landgrabbing in Sardegna di Michele Mellara, Alessandro Rossi
Le proteste nell’isola contro le molte operazioni speculative che tolgono una parte consistente del territorio della regione all’agricoltura, a causa della realizzazione senza alcun rispetto per il territorio di basi fotovoltaici e termodinamici.
Programma completo della serata
http://www.yabasta.it/spip.php?article2079

Terza serata 30 novembre. “Sfidare la paura”
Da sempre la paura, come “sentimento politico originario” è uno degli strumenti preferiti nell’esercizio del potere. Oggi più che mai, nell’epoca della crisi permanente, le “politiche della paura” plasmano a propria immagine e somiglianza assetti e rapporti di forza sociali. Dall’uso esplicito del terrore al quotidiano timore della miseria, servono a instillare la convinzione che non vi possa essere alcuna alternativa all’esistente. Al contrario, produrre efficaci antidoti collettivi alla paura serve a costruire le pre-condizioni per compiere autentiche scelte di libertà, per conquistare attivamente la “sostanza di cose sperate”.
Gianfranco Bettin (sociologo e scrittore) e Umberto Curi (filosofo) ne discutono con Beppe Caccia.
Serata accompagnata dai disegni degli autori presenti nella Antologia di giornalismo a fumetti “La traiettoria delle lucciole” (Edizioni BeccoGiallo, 2015). Per questa serata abbiamo scelto tre storie assolutamente diverse tra loro per contesto e protagonisti ma che raccontano sfide personali e collettive, sogni da realizzare.

PROIEZIONI DI:
A Tropical Sunday di Fabian Ribezzo – Mozambico 130 km to Heaven di Khaled Khella – Egitto Auntie Maam has never had a Passport di Sorayos Prapapan – Thailandia
.
http://www.yabasta.it/spip.php?article2081

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio