NPE CONCORSO INTRODUZIONE
Recensioni

Nicola Pisano, come infondere sentimento alla scultura

Alessio Nencioni e Luca Lenci narrano il lavoro e l’intesa artistica tra Nicola Pisano e suo figlio Giovanni in una famosa bottega della fine del...

Nicola Pisano, come infondere sentimento alla sculturaDa alcuni anni la casa editrice propone sul mercato diverse collane dedicate alla storia di personaggi illustri della storia artistica, letteraria e musicale italiana. In particolare la collana Prodigi fra le nuvole è dedicata agli artisti italiani e al loro ingegno nel cogliere e rielaborare le innovazioni stilistiche del tempo.
Realizzare una storia legata al mondo dell’arte non è un’impresa facile, soprattutto se si tratta di un personaggio del passato di cui si hanno poche fonti e molta critica. È necessario avere una buona conoscenza dell’artista ed essere in grado di unire ricerca, studio e fantasia per poter rendere attuale e interessante una storia antica.

Nicola Pisano, protagonista del volume omonimo realizzato da Alessio Nencioni e , è uno scultore la cui capacità compositiva “intreccia un’iconografia tradizionale ed una plastica finemente modulata, ancora bizantina, ad un sentimento, che può già dirsi classico, dell’inquadratura delle figure nello spazio, ad un ordine «storico» della composizione”, stando alla definizione dello storico dell’arte Giulio Carlo Argan.

Nicola Pisano, come infondere sentimento alla sculturaIn questo interessate volume gli autori sono riusciti a trasporre in fumetto la storia di Nicola e del figlio Giovanni soffermandosi su alcuni episodi legati alla realizzazione del pulpito, del battistero e di altre opere in collaborazione con artisti tra cui Arnolfo di Cambio. Essi ci catapultano all’interno di una bottega artigiana dove il piccolo Giovanni era solito intrufolarsi per spiare il padre e gli apprendisti al lavoro.

Il filo conduttore di tutta la storia è il sogno ricorrente di Giovanni che lo accompagnerà per tutta la gioventù e a cui lui stesso saprà dare una spiegazione solo in età adulta.
La storia è incentrata sul rapporto padre-figlio, sia dal punto di vista umano che artistico. Infatti raramente si è verificato nella storia dell’arte che i figli di grandi artisti abbiano eguagliato in genio il talento dei genitori.

Lenci e Nencioni attraverso la loro opera sono riusciti a trasmettere il rapporto tra Nicola e Giovanni, la loro intesa artistica e affettiva che li ha portati alla realizzazione di opere di alto livello stilistico. Il pulpito che il maestro Nicola realizzerà nel 1260 per il Battistero di Pisa, le cui figure nel fumetto interagiscono con il figlio Giovanni, fa ben comprendere come per gli autori sia importante trasmettere ai lettori la ricerca plastica attuata dall’artista.

Dal punto di vista grafico, i personaggi e l’ambiente sono definiti attraverso le profonde ombre create dalla luce delle candele che il disegnatore ha scelto di porre come elemento caratterizzante e più veritiero della bottega. Ogni tavola è realizzata usando varie gradazioni dello stesso colore opaco tra cui: giallo, verde, viola, ocra e celeste – esaltandone il carattere intimistico dell’ambiente e della storia. I personaggi sono caratterizzati da un tratto dolce, fluido e deciso che permette di identificare e distinguere l’autore in maniera particolare.

Nicola Pisano, come infondere sentimento alla scultura

I volumi Prodigi fra le nuvole potrebbero fungere da valido strumento di apprendimento da affiancare ai libri di storia dell’arte nelle scuole, e come valido supporto per gli insegnanti. Pur se leggibili in maniera autonoma, questi fumetti possono infatti rappresentare un’integrazione allo studio capace di stimolare gli studenti nell’approfondimento e nella visita alle opere d’arte trattate.

Abbiamo parlato di:
Nicola Pisano
Alessio Nencioni, Luca Lenci
Kleiner Flug, marzo 2014
48 pag., brossurato, colori – 11,50 euro
ISBN: 9788898439164

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio