BreVisioni

Nathan Never #311 – Il germe della follia (Russo, Mandanici)

Ne "Il germe della follia" di Alessandro Russo e Patrizia Mandanici Nathan Never indaga tra i corridoi di un istituto psichiatrico.

Nathan Never #311 – Il germe della follia (Russo, Mandanici)Nessuno di voi ha capito. Non sono io rinchiuso qui dentro con voi. Siete voi rinchiusi qui dentro con me“. Si esprime così il Rorschach di Watchmen e la frase può essere pronunciata anche dall’inarrestabile di Alessandro Russo e . Sceneggiatore e disegnatrice infiltrano l’agente Alfa nell’istituto psichiatrico Darthope per raccogliere prove che possono collegare una sostanza aliena che infetta la mente dei pazienti dell’istituto a un’azienda sospetta.
La prima storia di Russo dedicata a Never prevede tanta azione da e poca introspezione, tuttavia, benché non esplori la psiche umana e manchi di una chiave di lettura personale della follia, offre elementi interessanti, grazie alla sinergia tra testi e disegni. Risulta efficace la rappresentazione degli altri agenti, reinventati nei flashback come delle ombre, poiché i ricordi del protagonista sono stati alterati per consentirgli di svolgere il compito senza complicazioni.
Viene inoltre sfruttata intelligentemente la versatilità della sostanza quando si tratta di fornire a Nathan le armi con cui abbattere i pazienti deformati dalla fanghiglia stessa e di restituirgli l’aspetto originale. Va segnalato tra le note positive il tratto spigoloso ed espressivo della Mandanici, abile a raffigurare con fisionomie lombrosiane la degenerazione morale del direttore del Darthope.

Abbiamo parlato di:
Nathan Never #311 – Il germe della follia
Alessandro Russo, Patrizia Mandanici
, aprile 2017
98 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,20 €
ISBN: 977112157300170311

Nathan Never #311 – Il germe della follia (Russo, Mandanici)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio