Argomenti:

Mostra tributo “La mia gente. Enzo Jannacci, canzoni a colori”

Mostra tributo “La mia gente. Enzo Jannacci, canzoni a colori”
“Gente d’altri tempi. Enzo Jannacci, nuove canzoni a colori” è una mostra che presenta 60 illustrazioni realizzate da grandi autori italiani e dedicate allo chansonnier meneghino.

Mostra tributo “La mia gente. Enzo Jannacci, canzoni a colori”“La mia gente. Enzo Jannacci, canzoni a colori” – Mostra tributo al maestro milanese. Fumetto, illustrazione, pittura
Teatro del Popolo – Gallarate 13 gennaio – 20 febbraio 2018

Le canzoni di Jannacci tornano a rivivere. A colori e in grande formato. “Gente d’altri tempi. Enzo Jannacci, nuove canzoni a colori” è una mostra che presenta 60 illustrazioni realizzate da grandi autori italiani e dedicate allo chansonnier meneghino e a tutti i meravigliosi, umani, scanzonati e disperatamente allegri personaggi che hanno preso vita dalle sue liriche. Curata da Davide Barzi e Sandro Paté, la mostra organizzata da Scarp de’ Tenis e Caritas Ambrosiana, festival Cartoon Club e Doc Servizi, sarà allestita presso il Teatro del Popolo dal 13 gennaio al 10 febbraio 2018 (ingresso libero, info: 0331 754111).

L’esposizione presenta 60 tavole in grande formato che faranno rivivere i personaggi del cantautore milanese, in un pantheon stralunato di antieroi, cantati senza pietismi, con ironia e disincanto, eppure con una simpatia, un’umanità e uno spirito di accoglienza che hanno tanto da insegnare all’Italia di oggi.
Da Silver a Sergio Gerasi, da Pao a Staino, da Stefano Disegni a Oskar e Anna Lazzarini, fino al cantautore Paolo Conte, in mostra ci sono gli originali contributi di oltre sessanta grandi fumettisti, illustratori e artisti italiani, ciascuno impegnato con una delle canzoni del vasto repertorio jannacciano.

Le opere originali sono state donate gratuitamente dagli autori, e vendute all’asta. I fondi raccolti sono stati destinati all’accompagnamento sociale delle persone senza dimora e dei venditori del giornale di strada Scarp de’ tenis (promosso da Caritas Ambrosiana). I venditori di Scarp saranno presenti al Teatro del Popolo all’inaugurazione della mostra, il 13 gennaio, nella loro caratteristica tenuta, con la pettorina rossa. Potranno essere acquistati direttamente da loro i due cataloghi della mostra, e anche copie del mensile Scarp de’ tenis, che permette a tanti di loro di autosostenersi.

All’inaugurazione della mostra, sabato 13 gennaio 2018, alle ore 18, presso il Teatro del Popolo, saranno presenti anche uno dei due curatori della mostra, Sandro Patè, e due grandi disegnatori, Oskar e Anna Lazzarini, entrambi autori di alcune tavole presenti nella mostra e residenti a Gallarate.
Anna Lazzarini si è cimentata con “Natalia”, una delle canzoni di Jannacci più drammatiche. Anna Lazzarini alle prese non con un manga, non con un’eroina spaziale e nemmeno con un mostro non ben identificato. La canzone Natalia del 1979 è inserita nell’album Foto Ricordo. Il brano, ispirato a un caso di malasanità realmente accaduto. Enzo, a un certo punto della sua carriera di chirurgo si imbatte nel caso di una certa Natalia a cui hanno montato un valvola mitralica in modo errato. Il Dottor Jannacci accetta di occuparsi dell’intervento visto che nessun medico vogliono sobbarcarsi i costi per riparare all’errore. Natalia, per fortuna, oggi abita in Toscana. Oskar, da par suo, ha invece rappresentato un altro grande classico jannacciano: “E la vita, la vita”.

Mostra tributo “La mia gente. Enzo Jannacci, canzoni a colori”

Enzo Jannacci ha esplorato la realtà delle periferie, degli ultimi, dei diseredati. Per i milanesi e non solo, il dottore musicista è stato molto più di un cantautore: ha saputo mantenere, nonostante la fama e i successi, un rapporto diretto con la sua gente. Quella in mezzo alla quale è cresciuto, quella che ha ispirato la maggior parte dei suoi testi, quella che non ha mai smesso di guardare dritto negli occhi per interrogarsi e poi raccontare le loro storie.
La mostra allestita al Teatro del Popolo di Gallarate intende onorare il grande artista milanese, ricordando come egli sia stato cantore, per mezzo secolo, della Milano e dell’Italia dei margini sociali, delle periferie geografiche ed esistenziali, di biografie sfortunate, stralunate, trascurate.

Vale dunque la pena fare un salto, a Gallarate, presso il Teatro del Popolo, dove fino al 10 febbraio, sono in mostra 60 tavole dei più importanti fumettisti italiani che hanno dato un volto ai personaggi protagonisti delle canzoni di Jannacci.

Info: Cartoon Club, tel. 348.7849349 – fdc@fumodichina.com

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio