Tutti misteri di Agatha Christie in una bande dessinée

Al tratto pulito di Alexandre Franc è affidato il racconto scritto da Anne Martinetti e Guillaume Lebeau sulla vita della più grande giallista di tutti i tempi.

Non scrivete il vostro destino, è lui a scrivere voi…

Tutti misteri di Agatha Christie in una bande dessinéeIl grande mistero che avvolge la vita di Agatha Christie è legato alla sua scomparsa il 3 dicembre 1926 e al suo ritrovamento in stato confusionale avvenuto undici giorni dopo: forse un’amnesia dovuta alla recente perdita dell’amatissima madre, come raccontarono le cronache dell’epoca, o più probabilmente una vendetta nei confronti del marito fedifrago. Da questo episodio scaturisce il racconto pedissequo delle vicende personali e letterarie dell’autrice britannica più nota di sempre, scritto da Anne Martinetti e Guillaume Lebeau e tradotto in forma di bande dessinée da Alexandre Franc.

I colori piatti, il tratto pulito e le forme semplici, quasi elementari, rientrano nel più puro stile della ligne claire, che trova ulteriore espressione nella peculiare regolarità compositiva della tavola. Completa il quadro di disarmante semplicità l’utilizzo di dialoghi didascalici, funzionali al racconto della lunga, avventurosa e prolifica esistenza della Christie, ma poco credibili nel loro svolgimento, tra i quali spicca qualche battuta brillante, retaggio di un atteso slancio di humor inglese. Per il resto, pochi elementi aiutano a immergersi in modo convincente nell’atmosfera d’oltremanica, che invece ci si aspetterebbe da un racconto sulla signora dei detective novels.

Tutti misteri di Agatha Christie in una bande dessinée

Sotto gli occhi del lettore si dipana una trama frutto di attente ricerche storiche, incredibile nella sua veridicità, costruita sul racconto del primo matrimonio con il colonnello Archibald Christie – da cui Agatha Mary Clarissa Miller prese il cognome che la consacrò autrice celebratissima – e del secondo più longevo e fortunato con l’archeologo Max Mallowan, di quattordici anni più giovane. A latere, l’infanzia e la scomparsa del padre, l’esperienza come scrittrice di genere sentimentale con lo pseudonimo di Mary Westmacott, la Prima guerra mondiale che la impegnò come infermiera presso l’ospedale della sua città natale nel Devon, i viaggi in paesi esotici che ispirarono molte ambientazioni dei suoi libri, il rapporto con sua madre e con la sua unica figlia Rosalind, i successi letterari, radiofonici e cinematografici, gli incontri illustri. Un susseguirsi di eventi narrati con una puntualità a tratti eccessiva e che rischia di annoiare chi legge.

Tutti misteri di Agatha Christie in una bande dessinéeInteressante l’espediente narrativo che vede la scrittrice di Torquay dialogare con i personaggi da lei creati, su tutti il raffinato e saccente Hercule Poirot – che sappiamo le fu tanto inviso quanto amato dai lettori – e l’acuta e pettegola Miss Marple. All’addio di questi ultimi è affidato il commovente e riuscito finale.

Il legame simbiotico della scrittrice con i suoi personaggi è lo spunto per una profonda analisi introspettiva in cui Martinetti e Lebeau fanno immergere la loro protagonista. Nell’intreccio ampio spazio è difatti offerto al confronto con le paure e le insicurezze che ne minarono un pur felice e pieno percorso di vita, primariamente il rapporto ambivalente con la morte, che pervade ogni sua pagina e viene usata come arma di minaccia nei confronti del petulante investigatore belga. Questi nella finzione fumettistica perseguita Agatha Christie per decenni, come uno spettro indesiderato che la spinge a interrogarsi sulle proprie debolezze e i propri personali fallimenti, irritante ma necessaria voce della coscienza, messa a tacere solo con il calare del sipario su entrambi.

Non credo che la necessità sia la madre dell’invenzione; secondo me è molto più facile che questa nasca direttamente dall’inattività e forse anche dalla pigrizia.

Agatha. I misteri di una vita è un fumetto che si apre a due piani di lettura e si rivolge ad altrettante tipologie di lettori: può tornare utile per un approccio conoscitivo di base alla vita e alla produzione della giallista britannica, ma non spicca per originalità e dinamismo della scrittura, pur offrendo qualche interessante chiave di lettura alle sue opere. Allo stesso tempo è un volume che un appassionato della narrativa di Agatha Christie potrebbe desiderare possedere, se non altro come approccio insolito e tutto sommato piacevole al suo lavoro.

Tutti misteri di Agatha Christie in una bande dessinée

E non c’è da escludere che nella sua scelta il potenziale lettore possa essere invogliato da un’edizione ben curata, con copertina morbida realizzata con la tecnica della verniciatura con riserva – oggi molto usata, ma sempre di bell’effetto –, i fogli di guardia di colore nero come le controguardie e la brossura che lascia il posto a una più elegante rilegatura.
Da segnalare anche l’appendice cronologia e biografica, guida indispensabile alla lettura del fumetto e alla ricostruzione delle molte citazioni ai romanzi e ai racconti di Agatha Christie in esso contenute.

Abbiamo parlato di:
Agatha. I misteri di una vita
Anne Martinetti, Guillaume Lebeau, Alexandre Franc
Traduzione di Davide Bertaina
, aprile 2015
136 pagine, rilegato, colori – 15,90 €
ISBN: 9788868831592

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio